Crisi partecipate, il “decreto Madia” prevede il fallimento con sanzioni anche per le società pubbliche

Pubblicato il 18 aprile 2016

la riforma Madia sta per aprire nuovi scenari nel panorama del diritto fallimentare: le società partecipate se insolventi potranno fallire e generare una serie di complicate conseguenze anche per gli enti pubblici...

omino_immagineNell’ambito del dibattito, dottrinale e giurisprudenziale, che si è progressivamente sviluppato in ordine alla sottoposizione (o meno) a fallimento delle società a partecipazione pubblica (ed in particolare le società in house) il DDL Madia, recante il Testo Unico delle Società a partecipazione pubblica, fa una scelta netta nella direzione dell’applicazione delle ordinarie procedure concorsuali.

Si afferma esplicitamente, infatti, che – sussistendo le condizioni - le società a partecipazione pubblica sono soggette alle disposizioni sul fallimento e sul concordato preventivo, nonché a quelle in materia di amministrazione straordinari