Codici tributo per la rivalutazione di beni d’impresa e partecipazioni: risoluzione delle Entrate

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 30/E del 26 aprile 2016, ha ridenominato i codici tributo da utilizzare per il versamento dell’imposta sostitutiva calcolata ai fini della rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni e per l’affrancamento del saldo attivo di rivalutazione, in base alle previsioni della Legge di Stabilità 2016.

Rivalutazione dei beni d’impresa: ridenominati i due codici tributo

In linea con la legge di stabilità 2016, aggiornati sia quello relativo al maggior valore sia quello dell’affrancamento del saldo, per consentire il versamento della sostitutiva

Nuova denominazione per i codici tributo 1811 e 1813, da utilizzare con l’F24 per il versamento dell’imposta sostitutiva dovuta dalle imprese, rispettivamente, per la rivalutazione di beni e partecipazioni e per l’affrancamento del saldo di rivalutazione. La Legge di Stabilità 2016 ha rivisto la disciplina sulla rivalutazione dei beni d’impresa, reintroducendo la possibilità di rivalutare i beni, a condizione siano risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2014, e di affrancare il saldo attivo della rivalutazione. In particolare, le imposte sostitutive sul saldo attivo della rivalutazione e sul maggior valore dei beni sono versate in un’unica rata entro la scadenza del saldo delle imposte sui redditi (articolo 1, comma 894, legge 208/2015). A seguito di tale evoluzione normativa, i codici 1811 e 1813, che erano stati istituiti con le risoluzioni n. 33/2006 e n. 60/2014, sono così ridenominati:

– 1811 “Imposta sostitutiva sulla rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni – art.1, c. 892, legge n. 208/2015”

– 1813 “Imposta sostitutiva relativa al saldo attivo di rivalutazione di cui all’art. 1, c. 891, legge n. 208/2015”.

In sede di compilazione dell’F24, dal 9 maggio 2016 non è più richiesta la compilazione del campo “rateazione/regione/prov./mese rif”.

(Agenzia delle entrate, risoluzione n. 30/E del 26 aprile 2016)

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it