Diario quotidiano dell’1 marzo 2016: se manca la comunicazione di Equitalia, l’ipoteca può essere cancellata

Pubblicato il 1 marzo 2016

IMU/TASI: aggiornati i coefficienti per i fabbricati a valore contabile; aggiornate le FAQ ISEE; se manca la comunicazione di Equitalia, l’ipoteca può essere cancellata; ok alla prescrizione breve per le frodi Iva di lieve entità; per le operazioni intracomunitarie sempre possibile la detrazione Iva; per l’associazione sportiva dilettantistica la sigla ASD è solo indicativa; Equity Crowdfunding: Consob modifica il regolamento per la raccolta on-line di capitali di rischio; utilizzo dei crediti di accisa: nota dell’Agenzia delle dogane; aspetti civilistici e fiscali del comodato d’uso: documento della FNC; Legge di stabilità 2016: bonus fiscale ampliato per i datori di lavoro
Indice: 1) IMU/TASI: aggiornati i coefficienti per i fabbricati a valore contabile 2) Aggiornate le FAQ ISEE 3) Se manca la comunicazione di Equitalia, l’ipoteca può essere cancellata 4) Ok alla prescrizione breve per le frodi Iva di lieve entità 5) Per le operazioni intracomunitarie sempre possibile la detrazione Iva 6) Per l’associazione sportiva dilettantistica la sigla ASD è solo indicativa 7) Equity Crowdfunding: Consob modifica il regolamento per la raccolta on-line di capitali di rischio 8) Utilizzo dei crediti di accisa: nota dell’Agenzia delle dogane 9) Aspetti civilistici e fiscali del comodato d’uso: documento della FNC 10) Legge di stabilità 2016: bonus fiscale ampliato per i datori di lavoro  
  1) IMU/TASI: aggiornati i coefficienti per i fabbricati a valore contabile Il Ministero dell’Economia ha pubblicato il 29 febbraio 2016, sul proprio sito istituzionale, il decreto di aggiornamento dei coefficienti per i fabbricati a valore contabile. Questo ai fini dell’applicazione dell’imposta municipale propria (IMU) e del tributo per i servizi indivisibili (TASI) dovuti per l’anno 2016, per la determinazione del valore dei fabbricati di cui all’articolo 5, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504. Dunque, i coefficienti di aggiornamento sono stabiliti nelle seguenti misure:
per l’anno 2016 = 1,01 per l’anno 2015 = 1,01 per l’anno 2014 = 1,01
per l’anno 2013 = 1,02 per l’anno 2012 = 1,04 per l’anno 2011 = 1,07
per l’anno 2010 = 1,09 per l’anno 2009 = 1,10 per l’anno 2008 = 1,14
per l’anno 2007 = 1,18 per l’anno 2006 = 1,22 per l’anno 2005 = 1,25
per l’anno 2004 = 1,32 per l’anno 2003 = 1,37 per l’anno 2002 = 1,42
per l’anno 2001 = 1,45 per l’anno 2000 = 1,50 per l’anno 1999 = 1,52
per l’anno 1998 = 1,54 per l’anno 1997 = 1,58 per l’anno 1996 = 1,63
per l’anno 1995 = 1,68 per l’anno 1994 = 1,73 per l’anno 1993 = 1,77
per l’anno 1992 = 1,79 per l’anno 1991 = 1,82 per l’anno 1990 = 1,91
per l’anno 1989 = 1,99 per l’anno 1988 = 2,08 per l’anno 1987 = 2,25
per l’anno 1986 = 2,43 per l’anno 1985 = 2,60 per l’anno 1984 = 2,77
per l’anno 1983 = 2,95 per l’anno 1982 e anni precedenti = 3,12
Tale decreto verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.   ******   2) Aggiornate le FAQ ISEE L’INPS, con il comunicato del 29 febbraio 2016, rende noto che “A seguito dell’approvazione delle nuova modulistica e delle relative istruzioni ISEE per l’anno 2016, sono state riviste ed aggiornate le FAQ ISEE.” Le F.A.Q aggiornate sono disponibili sul portale ISEE 2015. *** Inoltre, l’INPS ha pubblicato i seguenti documenti di prassi: Circolare INPS n. 45 del 29-02-2016 Oggetto: Articolo 1, commi 279, 281 e 299 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”. Benefici previdenziali per i lavoratori esposti all’amianto - Proroga del termine di presentazione delle domande