Diario quotidiano del 31 marzo 2016: l’INAIL indennizza anche l’infortunio in bicicletta

i CAF entrano nel mirino del Garante della privacy che si avvale dei controlli della GdF, revocatoria fallimentare sul c/c dell’imprenditore limitata; recesso del socio: massima notarile, basta l’accordo per fare recedere il socio dalla Srl; approvate le nuove specifiche tecniche per l’invio al conservatore dei registri immobiliari; mensa scolastica: debutta la nuova detrazione fiscale nel 730/2016 e in Unico 2016; quando i dati richiesti dal Fisco possono poi essere mostrati al giudice; rientro dei cervelli: le modalità per accedere al regime speciale; l’INAIL indennizza anche l’infortunio in bicicletta; project financing: Focus del CNDCEC su partenariato pubblico – privato; Entratel e Fisconline, per semplificare le funzioni di consultazione “lavori in corso” sabato 2 e domenica 3 aprile

 

 

Indice:

 

1) I CAF entrano nel mirino del Garante della privacy che si avvale dei controlli della GdF

 

2) Revocatoria fallimentare sul c/c dell’imprenditore limitata

 

3) Recesso del socio: massima notarile, basta l’accordo per fare recedere il socio dalla Srl

 

4) Approvate le nuove specifiche tecniche per l’invio al conservatore dei registri immobiliari

 

5) Mensa scolastica: debutta la nuova detrazione fiscale nel 730/2016 e in Unico 2016

 

6) Quando i dati richiesti dal Fisco possono poi essere mostrati al giudice

 

7) Rientro dei cervelli: le modalità per accedere al regime speciale

 

8) L’INAIL indennizza anche l’infortunio in bicicletta

 

9) Project financing: Focus del CNDCEC su partenariato pubblico – privato

 

10)   Entratel e Fisconline, per semplificare le funzioni di consultazione “lavori in corso” sabato 2 e domenica 3 aprile

 

 

1) I CAF entrano nel mirino del Garante sulla privacy che si avvale dei controlli della GdF

Controlli sui Caf della GdF: L’attività di gennaio-giugno 2016 si soffermerà, tra i vari settori, sulle misure adottate nell’ambito della trasmissione della precompilata.

Accertamenti privacy per centri di assistenza fiscale (Caf) per la verifica del rispetto delle regole nella campagna sul modello 730 precompilato dello scorso anno. È questo il punto principale dell’attività ispettiva, gennaio-giugno 2016, del Garante sulla privacy e che sarà eseguita dalla Guardia di finanza.

L’attività ispettiva non riguarda solo gli adempimenti privacy dei centri Caf ma prevede una serie di accertamenti ispettivi ove verranno setacciate anche le implementazioni delle misure previste per le banche sulla tracciabilità delle operazioni bancarie. Per quanto riguarda il 2015, l’attività ispettiva ha segnato un significativo incremento dell’attività sanzionatoria del garante. Le sanzioni già riscosse dall’Erario sono state pari a 3 milioni e 500 mila euro.

Le ispezioni riguardano anche le istruttorie avviate su segnalazioni, reclami e ricorsi dei cittadini; la verifica dell’obbligo di notificazione; il rispetto delle norme sull’informativa e il consenso; l’adozione delle misure di sicurezza a protezione dei dati sensibili trattati da soggetti pubblici e privati.

 

******

 

2) Revocatoria fallimentare sul c/c dell’imprenditore limitata

I versamenti sul conto corrente dell’imprenditore fallito non sono, agevolmente, revocabili. Difatti, sono legittimamente revocabili, ai sensi dell’art. 67 legge fallimentare, solo quando il conto stesso, all’atto della rimessa, risulti scoperto.

Al fine di accertare se una rimessa del correntista sia destinata al pagamento di un proprio debito verso la banca occorre fare riferimento al criterio del saldo disponibile sul conto, da determinarsi in ragione delle epoche di effettiva esecuzione di incassi ed erogazioni da parte della banca.

Non risulta invece idoneo né il criterio del saldo contabile, che riflette la registrazione delle operazioni in ordine puramente cronologico, né quello del saldo per valuta, che è effetto del posizionamento delle partite unicamente in base alla data di maturazione degli interessi. Accolto, quindi, il ricorso presentato da una banca contro il curatore che aveva chiesto la revoca fallimentare della rimessa bancaria.

(Corte di Cassazione, sentenza n. 6042 del 29 marzo 2016)

 

******

 

3) Recesso del socio: massima notarile, basta l’accordo per fare recedere il socio dalla Srl

Basta l’accordo per fare recedere il socio dalla Srl. Secondo la massima n. 53 del Consiglio notarile di Firenze, di recente emanazione, è, dunque, legittimo il recesso di un socio da una Srl, anche se non ricorra una causa legale o convenzionale di recesso, a condizione che tutti gli altri soci lo consentano; la liquidazione del socio uscente può essere in tal caso effettuata…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it