Diario quotidiano del 22 febbraio 2016: start-up innovative, incentivi fiscali a favore di chi investe

 

Indice:

1) I fisioterapisti non possono costituire le società tra professionisti

2) La notifica della cartella si prova esibendo solo l’avviso di ricevimento

3) Start-up innovative: incentivi fiscali confermati nel 2016 a favore di chi investe

4) Iva: sconti e abbuoni ai clienti, l’accordo contrattuale con il cliente deve essere provato

5) INPS: servizi – percorso semplificato per lavoratori autonomi “Esercenti Attività Musicali”

6) Nuovi benefici fiscali previsti in occasione di procedure di crisi

7) L’Agenzia delle entrate può farsi risarcire dai propri funzionari per i reati commessi

8) Valore penale delle false valutazioni in bilancio nelle ultime sentenze della Corte di Cassazione

9) Trasmissione delle spese all’Anagrafe tributaria: confermate le istruzioni per gli operatori

10) Novità per le cartelle di pagamento: provvedimento delle Entrate

 

 

1) I fisioterapisti non possono costituire le società tra professionisti

Per i fisioterapisti sono out le società tra professionisti. La mancata istituzione dell’Ordine impedisce la costituzione in via esclusiva di STP. Il Ministero dello Sviluppo economico, con il parere n. 39343 del 15 febbraio 2016, ha fornito precisazioni in merito all’applicabilità ai fisioterapisti della disciplina delle società tra professionisti (STP), trattandosi di professione inclusa tra quelle sanitarie riabilitative dal DM 29 marzo 2001, poi richiamato dall’art. 1 della legge 1° febbraio 2006, n. 43.

Nel caso di specie, il quesito posto al MISE da un notaio evidenzia due ordini di problemi: uno di natura sostanziale, relativo all’ammissibilità di un’operazione di trasformazione in snc tra professionisti di una sas costituita da fisioterapisti, e uno di carattere formale circa le modalità di iscrizione nella relativa sezione speciale dell’Albo professionale riservata alle STP.

Il dubbio nasce non tanto dalla fattibilità della trasformazione della sas – peraltro confermata dall’Ufficio Studi del Consiglio nazionale del Notariato –, quanto dalla mancata istituzione dell’Ordine professionale dei fisioterapisti, posto che l’ambito di applicazione della nuova disciplina recata dall’art. 10 della L. 183/2011 è delimitato alle “società per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico”.

Come sopra accennato, la professione di fisioterapista è stata espressamente inclusa tra le professioni sanitarie riabilitative dal DM 29 marzo 2001 e tale inclusione è stata poi ribadita dall’art. 1 della legge 1° febbraio 2006 n. 43, ma la delega al Governo per l’istituzione dei relativi Ordini professionali (tra cui quello dei fisioterapisti) prevista dall’art. 4 della richiamata L. 43/2006 non è mai stata attuata.

Per conseguenza, il MISE osserva che, fino al momento dell’istituzione tramite decreto legislativo dell’Ordine o Collegio dei fisioterapisti chiamato a tenere il relativo Albo, “non è consentita agli stessi la costituzione in via esclusiva di società professionisti”.

 

2) La notifica della cartella si prova esibendo solo l’avviso di ricevimento

E’ sufficiente esibire l’avviso di ricevimento per provare la notifica della cartella. Dunque, Equitalia non deve mostrare anche la matrice o la copia della cartella.

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 3036 del 17 febbraio 2016, ha stabilito che in caso di contestazione, da parte del contribuente, della notifica della cartella di pagamento, avvenuta mediante spedizione diretta da Equitalia di raccomandata postale, l’agente deve solo esibire, per assolvere al suo onere probatorio, l’avviso di ricevimento della raccomandata, non dovendo allegare anche la cartella di pagamento.

Peraltro, ai sensi dell’art. 26, primo comma del DPR 602/1973, la cartella è notificata dagli ufficiali della riscossione, dai messi comunali o dagli agenti della …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it