Diario quotidiano del 2 febbraio 2016: arriva la semplificazione per gli studi di settore?

 

Indice:

1) Estromissione degli immobili dell’imprenditore con il criterio catastale

2) Al via la semplificazione degli studi di settore

3) Anche a chi é nel regime dei minimi spetta il super-ammortamento

4) In calo la congruità ai fini degli studi di settore

5) Reverse charge nelle prestazioni tra consorzi e consorziati: intervento della Fondazione Nazionale dei Commercialisti

6) Accertamento fiscale di maggiore valore: più tutele per i contribuenti

7) Dalla FNC arriva la guida pratica alla compilazione della dichiarazione IVA 2016

8) Alberghi: niente tariffe esose per la Tarsu, cartella di pagamento annullata

9) Imbullonati fuori dalla stima: il Docfa si adegua alla novità

10) L’Agenzia informa: aggiornata la guida “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali”

 

 

1) Estromissione degli immobili dell’imprenditore con il criterio catastale

Gli immobili dell’imprenditore individuale possono essere assegnati con il criterio catastale.

E’ questa la tesi del Consiglio Nazionale del Notariato, contenuta nello studio n. 20/2016/T (si veda nel diario fiscale del 1 febbraio 2016), finalizzato ad esaminare quelle disposizioni contenute nella legge di stabilità che disciplinano assegnazione e cessioni agevolate nonché trasformazione in società semplici ed estromissione degli immobili da parte dell’imprenditore individuale.

Sarà, dunque, possibile applicare il criterio catastale per tutte le categorie immobiliari nell’ambito della disciplina delle assegnazioni e delle cessioni con la conseguente impossibilità di rettifica da parte dell’Amministrazione finanziaria.

Sarà necessaria l’indicazione in atto analogamente al regime del prezzo valore come pure una indicazione nell’atto sarà necessaria in relazione al fatto che gli immobili non siano strumentali per destinazione per effetto del mutamento operato ma, in tale situazione, con ipotesi di elusività. Inoltre, ai fini della operazione di trasformazione, si applicheranno le nuove definizioni di società immobiliare contenute nel decreto internazionalizzazione.

Come noto, in relazione alle novità in materia di reddito di impresa, la Legge 208/2015, dopo diversi anni, è tornata a disciplinare le operazioni di specie che rappresentano, di fatto, una possibile via di uscita dalla problematica legata alla applicazione delle norme in materia di società di comodo. Naturalmente, lo studio del notariato si sofferma, in particolare, su alcune questioni che tipicamente riguardano l’imposta di registro.

Uno degli aspetti sui quali si sofferma il documento, è rappresentato dalla indicazione del valore di riferimento ai fini del l’imposta di registro in relazione alle vicende legate alla assegnazione ed alla cessione. Il rinvio del documento è ovviamente a quanto previsto dalla norma in relazione alle regole generali e, dunque, in relazione al criterio del valore normale. Viene correttamente osservato però, che la legge di Stabilità consente, in luogo della applicazione del predetto criterio, l’adozione del valore catastale non solo per gli immobili a natura abitativa ma per tutte le categorie di immobili con la conseguenza che si assisterebbe alla forfettizzazione della base imponibile con la conseguente inibizione della possibilità di rettifica da parte della amministrazione finanziaria. A tale fine, però, sarà necessaria una indicazione in atto analogamente a quanto previsto nell’ambito del regime del prezzo valore anche qualora il beneficio riguardi esclusivamente il socio per l’assenza della base imponibile in capo alla società.

Altro aspetto che viene analizzato nello studio è quello della natura degli immobili che possono formare oggetto di assegnazione e cessione agevolata. Come noto, infatti, da un punto di vista sostanziale, non rientrano nel campo dell’agevolazione gli immobili strumentali per destinazione cioè quelli direttamente utilizzati nello …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it