INAIL: al via del bando ISI 2015

dipendenti_immagineAnche questo anno l’INAIL finanzia, in conto capitale, le spese sostenute dalle imprese per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ex art. 11, comma 5, del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i..

Soggetti beneficiari

Possono accedere al contributo le imprese, in qualunque forma costituite, purché:

  • Aventi nel territorio della specifica Regione/Provincia una autonoma ed attiva unità produttiva per la quale intende realizzare il progetto;

  • Iscritte alla CCIAA;

  • Non siano in stato di liquidazione volontaria, né siano sottoposte ad alcuna procedura concorsuale;

  • Siano in regola con gli obblighi contributivi;

  • Non abbiano chiesto, né ricevuto, altri contributi pubblici sul progetto oggetto della domanda;

  • Non abbiano ottenuto il contributo INAIL 2012, 2013 o 2014;

  • Non aver ottenuto il provvedimento di ammissione al finanziamento per il Bando FIPIT 2014.

Interventi finanziabili

Le idee ammissibili a finanziamento sono:

  • Progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;

  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (può riguardare tutti i

lavoratori facenti capo ad un unico datore di lavoro, anche se operanti in più sedi o più regioni);

  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Le imprese possono presentare un solo progetto per una sola unità produttiva, riguardante una sola tipologia tra quelle sopra indicate.

Contributo erogabile

Il contributo erogabile è a fondo perduto e viene assegnato fino a esaurimento delle risorse finanziarie, inizialmente pari ad euro 276.269.986,00, secondo l’ordine cronologico di arrivo. L’INAIL incentiva il 65% dell’investimento, con un contributo minimo ammissibile pari a € 5.000,00 ed uno massimo di 130.000,00 euro.

Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di contributo.

L’impresa il cui progetto comporti un contributo di ammontare pari o superiore a € 30.000,00 può richiedere un’anticipazione fino al 50% dell’importo del contributo stesso, compilando l’apposita sezione del modulo di domanda online. In questo caso all’impresa verrà richiesto di costituire a favore dell’INAIL fideiussione bancaria o assicurativa irrevocabile, incondizionata ed escutibile a prima richiesta, per un importo corrispondente all’ammontare dell’anticipazione richiesta maggiorato del 10%.

Spese ammissibili

Sono ammesse a contributo tutte le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, le eventuali spese accessorie o strumentali, funzionali alla realizzazione dello stesso, nonché le eventuali spese tecniche, entro i limiti precisati dagli Avvisi regionali.

Spese non ammissibili

Non sono ammesse a contributo le spese sostenute per:

  • dispositivi di protezione individuale;

  • veicoli, aeromobili e imbarcazioni non compresi nel campo di applicazione del D. Lgs 17/2010;

  • impianti per l’abbattimento di emissioni o rilasci nocivi all’esterno degli ambienti di lavoro;

  • hardware, software e sistemi di protezione informatica fatta eccezione per quelli dedicati all’esclusivo funzionamento di impianti o macchine oggetto del progetto di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza;

  • mobili e arredi;

  • ponteggi fissi;

  • trasporto del bene acquistato;

  • sostituzione di macchine di cui l’impresa richiedente il contributo non ha la piena proprietà;

  • ampliamento della sede produttiva con la costruzione di un nuovo fabbricato o con ampliamento della cubatura preesistente;

  • consulenza per la redazione, gestione ed invio telematico della domanda di contributo;

  • adempimenti inerenti alla valutazione dei rischi di cui agli artt. 17, 28 e 29 del D. Lgs 81/2008 e s.m.i.;

  • interventi da effettuarsi in luoghi di lavoro diversi da quelli nei quali è esercitata l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda;

  • manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi d’opera;

  • adozione e/o certificazione e/o asseverazione dei progetti di tipologia 2 relativi ad imprese senza dipendenti o che annoverano tra i dipendenti esclusivamente il datore di lavoro e/o i soci;

  • compensi ai componenti degli Organismi di vigilanza nominati ai sensi del D. Lgs 231/2001;

  • acquisizioni tramite locazione finanziaria (leasing);

  • acquisto di beni usati;

  • acquisto di beni indispensabili per avviare l’attività dell’impresa;

  • costi del personale interno: personale dipendente, titolari di impresa, legali rappresentanti e soci;

  • costi autofatturati.

Termine e modalità di presentazione dell’istanza

Le domande devono essere presentate in modalità telematica, secondo le seguenti 3 fasi successive:

  1. accesso alla procedura on line e compilazione della domanda.

Dal 1 marzo 2016 fino alle ore 18,00 del 5 maggio 2016 sul sito www.inail.it, sezione “accedi ai servizi online”, le imprese potranno salvare la propria istanza.

Dal 12 maggio 2016 le imprese che:

  • hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista;

  • hanno salvato definitivamente la propria domanda;

  • soddisfano i requisiti previsti per il rilascio del codice identificativo;

potranno accedere alla procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo.

  1. invio della domanda on line.

Successivamente le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo ricevuto.

  1. invio della documentazione a completamento della domanda.

Entro 30 giorni dalla comunicazione della graduatoria, le imprese ammesse dovranno produrre, alla sede INAIL territorialmente competente, mediante PEC:

  • copia della domanda telematica generata dal sistema, sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante dell’impresa;

  • gli altri documenti, previsti per la specifica tipologia di progetto.

Ogni Regione ha pubblicato un proprio Avviso contenente maggiori dettagli.

24 gennaio 2016

Anna Maria Pia chionna


Partecipa alla discussione sul forum.