Diario quotidiano del'11 gennaio 2016: prorogate le detrazioni sugli interventi di recupero edilizio e risparmio energetico

 

Indice:

1) Prorogate le detrazioni sugli interventi di recupero edilizio e risparmio energetico

2) Riproposta la possibilità di rivalutare terreni e partecipazioni

3) Mediazione: ecco le nuove regole in vigore dal 1° gennaio 2016

4) Al via le segnazioni agevolate degli immobili delle imprese

5) Entrate tributarie: a gennaio-novembre 2015 aumentano del 9,2%. Bene il gettito di Irpef (+11,2%), Ires (+67,9%) e IVA (+4,4%)

6) Assonime: ecco la guida alla lettura del Regolamento generale di esenzione sugli aiuti di Stato

7) Rinnovo delle pensioni per l’anno 2016

8) Lavoratori stagionali: Commercialisti, bene deducibilità Irap al 70%

9) Legge di Stabilità 2016: per il Fisco 1 anno in più per i controlli

10) Per i pensionati si tassa lo sconto sulla bolletta

 

1) Prorogate le detrazioni sugli interventi di recupero edilizio e risparmio energetico

La Legge di stabilità 2016 (Legge n. 208 del 28.12.2015) ha disposto la proroga alle condizioni previste per il 2015, sia della detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 16-bis, Tuir che per quelli di riqualificazione energetica di cui all’art. 1, commi da 344 a 347, Legge n. 269/2006.

In particolare, per le spese sostenute fino al 31.12.2016 (anziché fino al 31.12.2015) la detrazione:

– per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio è riconosciuta nella misura del 50%, su un importo massimo di spesa pari a € 96.000,00;

– per gli interventi di risparmio e riqualificazione energetica, inclusi i nuovi interventi introdotti dal 2015 (schermature solari e impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili), è riconosciuta nella misura del 65%.

Le detrazioni per gli interventi di risparmio e riqualificazione energetica sono ora fruibili anche dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) comunque denominati, per le spese sostenute dall’1.1 al 31.12.2016, per interventi realizzati sugli immobili di loro proprietà e adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

Bonus mobili ed elettrodomestici

È confermata la proroga della detrazione Irpef del 50% su una spesa massima di € 10.000,00, riconosciuta ai soggetti che sostengono fino al 31/12/2016 spese per l’acquisto di mobili e/o grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio per il quale si fruisce della detrazione Irpef (alle stesse condizioni previste per il 2015).

Bonus mobili giovani coppie

In sede di approvazione è stata introdotta una nuova detrazione Irpef riservata alle giovani coppie (coniugi ovvero conviventi more uxorio) che costituiscono nucleo familiare da almeno 3 anni, in cui almeno uno dei 2 non abbia superato i 35 anni di età e che siano acquirenti di un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale (la norma non precisa i termini temporali relativi all’acquisto).

La detrazione compete nella misura massima del 50% su una spesa massima di € 16.000,00, per l’acquisto di mobili destinati all’arredo dell’abitazione.

Detta spesa deve essere sostenuta dall’1.1 al 31.12.2016 e la detrazione va ripartita in 10 quote annuali. Tale detrazione non è cumulabile né con la detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio né con il bonus “mobili ed elettrodomestici”.

 

******

 

2) Riproposta la possibilità di rivalutare terreni e partecipazioni

Per effetto della modifica dell’art. 2, comma 2 del D.L. n. 282/2002, la Legge di stabilità 2016 (Legge n. 208 del 28.12.2015) ha riproposto la possibilità di rideterminare il costo d’acquisto di terreni edificabili e agricoli posseduti a titolo di proprietà, usufrutto, superficie ed enfiteusi e partecipazioni non quotate in mercati regolamentati, possedute a titolo di propriet…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it