Diario quotidiano del 4 gennaio 2016: cosa vi siete persi in questi giorni di ferie...

 

Indice:

1) Prima uscita per Unico PF/2016: ecco le bozze dei tre fascicoli

2) Italia e Svizzera parafano l’accordo sui lavoratori frontalieri

3) Reverse charge nel settore edile, l’Agenzia a domanda risponde

4) Patent box, chiarimenti sulle istanze

5) Voluntary disclosure: Agenzia delle Entrate e Sogei potenziano i processi di download

6) Comunicazioni all’Anagrafe: modifiche tecniche e temporali

7) Il credito alle imprese musicali tra Beni culturali e Agenzia

8) Governo: via libera al Milleproroghe

9) Al via le nuove comunicazioni dei dati per la precompilazione dei 730

10) Unico invio dei dati dei bonifici agevolati entro il 28 febbraio

11) Parti correlate, documento del CNDCEC: già allo studio nuovi documenti per il 2016

12) Ravvedimento a 90 giorni: le proposte del CNDCEC

13) Lavoro accessorio anche per i marittimi e i maestri di sci

14) Sanzioni amministrative: legittimazione passiva e responsabilità

15) Estensione della compatibilità e cumulabilità dell’indennità di mobilità

16) Esenzione Imu totale per i terreni agricoli

17) Deontologia commercialisti: nuovo Codice in vigore dal 1° marzo 2016

18) Giustizia tributaria, si cambia: largo a mediazione e conciliazione e maggiori tutele per i contribuenti

19) Cross Border Ruling, al via il punto di contatto delle Entrate

20) Bonus assunzioni nel Mezzogiorno: codice tributo “in pensione”

 21) Nuovi modelli e istruzioni per la richiesta dell’ISEE nell’anno 2016

22) Conguaglio di fine anno 2015 dei contributi previdenziali e assistenziali: riepilogo delle aliquote contributive dell’anno 2015

23) Anche il Milleproroghe in Gazzetta Ufficiale

24) Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione per l’anno 2016

25) Rivalutazione delle pensioni per l’anno 2016

 

 

1) Prima uscita per Unico Pf/2016: ecco le bozze dei tre fascicoli

Nella casella “dichiarazione integrativa” con l’apposito codice 2 il contribuente può scegliere la rettifica di quanto già presentato in base alle comunicazioni inviate dall’Agenzia

Disponibili da oggi, sul sito dell’Agenzia, i prototipi 2016 dei tre fascicoli che compongono il “pacchetto” Unico Pf. Come sempre, prima del battesimo ufficiale, il modello sfila in bozza sul web con le principali novità normative che influiscono sulla dichiarazione relativa ai redditi conseguiti nell’anno d’imposta 2015. Ma, andiamo subito al dunque, cominciando dalle nuove del frontespizio del fascicolo 1.

Qui, la prima modifica riguarda la casella “Dichiarazione integrativa” che, al posto della tradizionale “eventuale” barratura, accoglie due codici: 1 per indicare la presentazione di una dichiarazione correttiva dell’originaria, 2 per individuare l’ipotesi in cui il contribuente voglia rettificare quanto già dichiarato sulla base delle comunicazioni inviate dall’Agenzia (commi da 634 a 636, legge 190/2014), in sostanza, il Fisco anticipa i rilievi riscontrati, in modo che l’interessato possa riparare spontaneamente all’errore con il minimo danno possibile. Sull’onda delle stesse disposizioni normative, valide anche nell’ambito degli studi di settore, nella sezione “Firma della dichiarazione”, il contribuente può compilare la casella “Invio altre comunicazioni telematiche all’intermediario” per autorizzare la trasmissione delle comunicazioni in argomento e di quelle relative a possibili anomalie nei dati dichiarati ai fini dell’applicazione degli studi di settore, direttamente al “proprio” intermediario. Quest’ultimo, dal canto suo, può accettare la ricezione barrando la casella “Ricezione altre comunicazioni telematiche”, nel riquadro “Impegno alla presentazione telematica”. Considerato che l’importo del bonus Irpef ai lavoratori dipendenti, e ad alcune categorie assimilate, con un reddito fino a 26 mila euro, passa da 640 a 960 euro all’…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it