Diario quotidiano del 18 gennaio 2016: tutti gli aggiornamenti sugli studi di settore; Inail: abolito il registro infortuni; ai medici serve proroga Sistema Tessera Sanitaria...

Indice:

1) Credito d’imposta per la ristrutturazione degli alberghi: definite le modalità per il modello F24 on line

2) Medici e odontoiatri: serve una proroga per la trasmissione dei dati al Sistema Tessera Sanitaria

3) Niente risarcimento al professionista se cliente recede anticipatamente

4) Inail: registro infortuni in soffitta

6) INAIL: Autoliquidazione 2015/2016 – i servizi telematici

7) Studi di settore: consultabile online l’andamento pluriennale dei dati

8) Rivalutazione dei beni delle imprese: possibilità di rivalutare i beni d’impresa con la legge di Stabilità 2016

9) Studi di settore 2016: online tutte le bozze dei modelli

10) Mini sportello unico (MOSS) per le prestazioni digitali: circolare della Fondazione nazionale commercialisti, documenti su altri temi fiscali

11) Bilanci semplificati di piccole società e micro-imprese alla luce delle modifiche del D. Lgs. 139/2015: intervento della FNC

12) Modelli 730, Cu, 770, Dichiarazione Iva: pronti i modelli 2016 in versione definitiva

 

 

1) Credito d’imposta per la ristrutturazione degli alberghi: definite le modalità per il modello F24 on line

L’Agenzia delle entrate, con il provvedimento n. 6743/2016 ha definito le modalità di utilizzo dell’agevolazione, in particolare ha definito le modalità e i termini per la fruizione del credito d’imposta per la ristrutturazione delle imprese alberghiere esistenti alla data del 1° gennaio 2012, disciplinato dall’art. 10 del D.L. 83/2014 e dal DM 7 maggio 2015.

Il credito d’imposta a favore delle strutture ricettive alberghiere, introdotto dall’articolo 10 del Dl 83/2014, è fruibile esclusivamente in compensazione tramite F24 presentato attraverso i servizi telematici Entratel e Fisconline, messi a disposizione dall’Agenzia. In caso contrario il versamento viene scartato.

Come è noto, il bonus destinato alle imprese esistenti al 1° gennaio 2012, è pari al 30% delle spese sostenute nel triennio 2014/2016, fino a un massimo di 200mila euro. Tra gli interventi agevolabili, quelli di ristrutturazione edilizia, abolizione delle barriere architettoniche e potenziamento dell’efficienza energetica. Il provvedimento stabilisce anche le fasi degli scambi tra Beni culturali e Amministrazione finanziaria, in modo che il credito venga utilizzato legittimamente e nei limiti dell’importo complessivamente attribuito, anche se utilizzato a più riprese. Il Mibac invia alle Entrate, per via telematica, l’elenco delle imprese beneficiarie e la somma riconosciuta a ciascuna di esse. Con le stesse modalità, entro 15 giorni dalla data in cui ne vengono a conoscenza, i Beni Culturali devono comunicare all’Amministrazione finanziaria gli eventuali cambiamenti che determinano la perdita o la riduzione del credito d’imposta o altra variazione rispetto a quanto trasmesso precedentemente. In questo caso, il modello F24 può essere presentato dal contribuente dal terzo giorno lavorativo successivo a tale comunicazione. Una volta ricevuto l’elenco, l’Agenzia delle entrate effettua controlli automatizzati per verificare la spettanza del credito e che l’importo compensato non superi il “budget” totale attribuito alla struttura alberghiera. Nel caso in cui si riscontrino irregolarità, il versamento viene scartato e l’interessato ne è informato tramite ricevuta reperibile sul sito internet dei servizi telematici dell’Agenzia.

 

******

 

2) Medici e odontoiatri: serve una proroga per la trasmissione dei dati al Sistema Tessera Sanitaria

Con una lettera inviata nei giorni scorsi al Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, la Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri ha chiesto formalmente al Governo di valutare l’opportunità di concedere uno slittamento del termine entro il quale deve essere effettuato l’invio, al Sistema Tessera Sanitaria, delle prestazioni …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it