Diario quotidiano del 21 dicembre 2015: dall'1/1/2016 aumenta a 2.999,99 euro la soglia del contante sulle transazioni

 

Indice:

1) Dichiarazioni Iva 2016: disponibili le bozze dei modelli per il periodo d’imposta 2015

2) Tonnage tax, consolidato, trasparenza e opzione Irap: le quattro opzioni in un unico modello

3) I professionisti senza POS saranno sanzionati

4) Acquisto casa in leasing: al via la detrazione IRPEF su canoni e costo d’acquisto

5) Introdotta la possibilità di scomputare dalle somme accertate le perdite fiscali

6) Aumenta la soglia del contante sulle transazioni a 2.999,99 euro

7) Niente condanna per il mancato pagamento Iva

8) Liti tributarie pendenti al 30 settembre 2015 in calo del 7,28% nel 3° trimestre dell’anno

9) Dogane: riassetto struttura centrale Area dogane e Area monopoli

10) Pagamento delle pensioni: calendario 2016

11) Fondi di solidarietà: modalità di presentazione della domanda di assegno emergenziale

12) Assoggettamento del professionista all’IRAP ? interviene la Fondazione studi del CNCL

 

 

1) Dichiarazioni Iva 2016: disponibili le bozze dei modelli per il periodo d’imposta 2015

Sono disponibili dal 17 dicembre 2015 sul sito internet dell’Agenzia delle entrate le bozze dei modelli dichiarativi Iva/2016, Iva Base/2016 e del Modello Iva 74-bis. Sempre sul sito www.agenziaentrate.it è possibile consultare anche le istruzioni per la compilazione del modello comunicazione dati Iva. Il modello recepisce le novità normative nella disciplina dell’Iva. In particolare, recepisce le novità in materia di IVA introdotte dalla legge di stabilità 2015, vale a dire:

– l’estensione del reverse charge a nuove fattispecie, nel settore edile ed energetico; – l’introduzione del sistema di split payment.

Per quanto riguarda le operazioni effettuate nel 2015 con il meccanismo del reverse charge di più recente introduzione, esse trovano spazio nel rigo VE35, rispettivamente: – nel campo 8, per le “prestazioni del comparto edile e settori connessi”, intendendo le “prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici”, di cui all’art. 17 comma 6 lett. a-ter) del DPR 633/72;

– nel campo 9, per le “operazioni del settore energetico” di cui all’art. 17 comma 6 lettere d-bis), d-ter) e d-quater) del DPR 633/72.

Le operazioni nei confronti della Pubblica Amministrazione, effettuate in regime di split payment, ai sensi dell’art. 17-ter) del DPR 633/72, sono invece collocate nel rigo VE38.

È stato, inoltre, inserito il campo 5 nel rigo VX4 per i soggetti che hanno effettuato operazioni applicando il meccanismo della scissione dei pagamenti e che intendono richiedere a rimborso l’eccedenza IVA detraibile derivante da tali operazioni (fino a concorrenza dell’imposta applicata sulle operazioni in questione) ai sensi del DM 20 febbraio 2015.

Il campo 5 del rigo VX4 replica quanto già previsto nell’ambito del modello TR, per i rimborsi relativi ai crediti IVA trimestrali.

Ancora, un campo analogo per l’imposta derivante da scissione dei pagamenti è introdotto anche nel prospetto IVA 26/PR per l’IVA di gruppo.

Per gli acquisti con applicazione dell’IVA in reverse charge è stato inserito il rigo VJ17 (prestazioni di servizi nel settore edile ex art. 17 comma 6 lett. a-ter) e il rigo VJ18 (operazioni del settore energetico).

Le pubbliche amministrazioni titolari di partita IVA tenute al versamento dell’imposta per gli acquisti effettuati in applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti dovranno compilare il rigo VJ19.

Per le pubbliche amministrazioni che non sono soggetti passivi, l’IVA a debito è assolta con il modello F24 Enti Pubblici o con le altre modalità previste dall’art. 4 del DM 23 gennaio 2015.

È stato poi modificato il quadro VI, ove i soggetti che hanno effettuato cessioni di beni e prestazioni di servizi nei confronti di esportatori abituali, nel corso del 2015, devono esporre i dati …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it