Guida al versamento degli acconti d’imposta in scadenza al 30 novembre

Pubblicato il 14 novembre 2015

il prossimo 30 novembre scade il termine per il versamento del secondo acconto delle imposte dirette; ecco una piccola rassegna di tanti casi dubbi: il ravvedimento in caso di acconto carente, gli acconti per i regimi particolari (cedolare secca, minimi e forfettari)

Scade il 30 novembre prossimo il termine per il versamento dell’unica o della seconda rata degli acconti Irpef, Ires, Irap e dei contributi (artigiani, commercianti e professionisti iscritti alla gestione separata) dei contribuenti persone fisiche o costituiti in forma societaria.

Entro la medesima data dovranno essere versati anche gli acconti relativi all’imposta sostitutiva, per coloro che si sono avvalsi del regime dei minimi o della cedolare secca nell’ipotesi in cui il contribuente abbia scelto tale forma di tassazione sostitutiva.

Le regole sono quelle standard, ma si dovrà prestare attenzione in quanto in alcuni casi le misure sono “differenziate”.

Per l’Irpef, l’Ires e tutte le altre imposte la misura dovuta è pari al 100%. Se il contribuente ha già versato la prima rata, la seconda è pari al 60% del dovuto. Invece per la cedolare secca la percentuale complessivamente applicabile è pari al 95%.

E’ sempre possib