Diario quotidiano del 21 ottobre 2015: Start-up costituite con modello standard direttamente dai soci, salta l’intervento del notaio

 

 Indice:
 1) Legge di stabilità 2016: ennesima riproposizione della rivalutazione dei beni d’impresa
 2) Legge di stabilità 2016: nuova detrazione per le giovani coppie che acquistano la prima casa
 3) Start up costituite con modello standard direttamente dai soci, salta l’intervento del notaio
 4) Al via le agevolazioni per sviluppare il commercio elettronico nel settore agricolo
 5) F24: istituita causale contributo per la Cassa Edile Autonoma
 6) Modello F24: istituiti ulteriori codici tributo per pagare con gli avvisi bonari
7) Precisazione delle Entrate sui 220mila avvisi bonari
 8) Rai: canone in 6 rate da 16,6 euro
 

 
1) Legge di stabilità 2016: ennesima riproposizione della rivalutazione dei beni d’impresa
La Legge di stabilità 2016 ripropone la rivalutazione dei beni d’impresa, da effettuarsi nel bilancio 2015. Difatti, viene previsto che il maggior valore iscritto in bilancio si considera riconosciuto con il pagamento di un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’IRAP del 16% per i beni ammortizzabili o del 12% per i beni non ammortizzabili; come nella rivalutazione disciplinata dalla L. 147/2013, poi, il saldo attivo di rivalutazione può essere affrancato con un’ulteriore imposta sostitutiva (che si aggiunge a quella dovuta per la rivalutazione) pari al 10%.
Riconoscimento fiscale dei maggiori valori
Il maggior valore si considera riconosciuto ai fini delle imposte sui redditi e dell’IRAP a decorrere dal terzo esercizio successivo a quello in cui la rivalutazione è eseguita (per i soggetti con esercizio sociale coincidente con l’anno solare, quindi, a decorrere dal 2018); per quanto riguarda invece le plusvalenze o minusvalenze, perché i nuovi valori esplichino efficacia occorrerà attendere il 1° gennaio 2019 (sempre facendo riferimento ai soggetti “solari”).
Le imposte sostitutive dovute per la rivalutazione dei beni e per l’eventuale affrancamento del saldo attivo devono essere versate in tre rate annuali di pari importo, senza pagamento di interessi, la prima delle quali entro il versamento delle imposte dovute in base a UNICO 2016 e le altre due entro i termini per il versamento a saldo delle imposte dovute per i due periodi d’imposta successivi.
 
2) Legge di stabilità 2016: nuova detrazione per le giovani coppie che acquistano la prima casa
La Legge di stabilità 2016 introduce una nuova detrazione per le giovani coppie. In particolare, si prevede che le giovani coppie (come definite dall’art. 1 comma 48 lett. c della Legge 147/2013), che acquistano un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, possano beneficiare di una detrazione dall’imposta lorda (fino a concorrenza del suo ammontare) per le spese documentate sostenute per l’acquisto di mobili ad arredo della medesima abitazione.
Tale agevolazione spetta nella misura del 50% per le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016 e sarà calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 20.000 euro, da ripartire in 10 quote annuali di uguale importo.
Proroghe agevolazioni fiscali
Altresì, la Legge di stabilità, appena approvata dal governo, tende a prorogare, anche per il 2016, le detrazioni IRPEF/IRES per la riqualificazione energetica degli edifici con l’aliquota del 65%.
Per adesso viene previsto che la suddetta detrazione si applica, nella misura del 65%, anche alle spese documentate e rimaste a carico del contribuente:
– per interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, sostenute fino al 31 dicembre 2016;
– per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari sostenute dal 1° gennaio 2015…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it