Quando diventa fiscalmente deducibile la provvigione all’agente?

di Sentenze tributarie

Pubblicato il 6 agosto 2015



se il buon fine dell'affare è un fatto costitutivo del diritto alla provvigione, ciò che rileva ai fini della deduzione dei costi per la ditta mandante è l'esecuzione (o l'obbligo di esecuzione) del contratto, che costituisce il dies a quo per la esigibilità della provvigione e per la conseguente certezza del costo a fini fiscali

se il buon fine dell'affare è un fatto costitutivo del diritto alla provvigione, ciò che rileva ai fini della deduzione dei costi per la ditta mandante è l'esecuzione (o l'obbligo di esecuzione) del contratto, che costituisce il dies a quo per la esigibilità della provvigione e per la conseguente certezza del costo a fini fiscali (Corte di Cassazione)

Scarica il documento