I termini per modificare le quote di associazione professionale con effetto valido per Unico 2015

 

Gli associati componenti di un’associazione professionale che intendono inviare telematicamente la dichiarazione dei redditi dell’associazione durante il mese di agosto (o anche prima), anziché entro il 30 settembre prossimo, dovranno preventivamente modificare per atto pubblico o scrittura privata autenticata le quote di partecipazione. In mancanza di tale modifica assumeranno valore le quote di partecipazione dello scorso anno.

 La disposizione di riferimento è rappresentata dall’art. 5, comma 2 del TUIR. La norma prevede che le quote di partecipazione agli utili “si presumono proporzionate al valore dei conferimenti dei soci se non risultano determinate diversamente dall’atto pubblico o dalla scrittura privata autenticata di data anteriore all’inizio del periodo d’imposta”.

 

Si consideri ad esempio un’associazione di artisti e professionisti, composta da due soci A e B i quali hanno effettuato in sede di costituzione un conferimento in denaro di eguale importo. In questo caso la quota di partecipazione si presume per i due associati del 50% ciascuno. Tuttavia, è possibile che oltre ai conferimenti in denaro uno dei due associati abbia apportato maggiore lavoro “procacciando” buona parte della clientela dello studio. Sorge quindi la necessità di “sganciare” le quote di partecipazioni spettanti a ciascuno di essi dal valore dei conferimenti. Le quote dovranno quindi “stimare” le ore lavorative spese all’interno della struttura ed i vantaggi ottenuti a seguito dei clienti procacciati da uno dei due associati.

 

E’ quindi necessario che le “nuove” quote risultino da un atto pubblico o da una scrittura privata autenticata. Deve però tenersi presente che per le associazioni di artisti e professionisti il Testo Unico ha previsto un maggior termine per far risultare le nuove quote di partecipazione. In base al medesimo comma 2, lett. c) art. 5 del Tuir “le associazioni senza personalità giuridica costituite fra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni sono equiparate alle società semplici, ma l’atto o la scrittura privata di cui al comma 2 può essere redatto fino alla presentazione della dichiarazione dei redditi”.

 Tale previsione è stata inserita durante l’ultima stesura del Testo Unico recependo la richiesta della Commissione dei Trenta sul presupposto che le quote di utili sono di solito attribuite agli associati a consuntivo, cioè dopo aver verificato le prestazioni di ciascuno effettuate nel corso del periodo d’imposta.

 

In buona sostanza una volta chiuso il periodo d’imposta il legislatore ha inteso attribuire la possibilità di verificare il grado di apporto di ciascun associato ed in base a questo stabilire le quote di partecipazione. Tuttavia, il termine a diposizione per effettuare la modifica delle quote spira con la presentazione della dichiarazione dei redditi. Infatti, in base ad un’interpretazione letterale della norma il legislatore non ha fatto riferimento alla data di scadenza per ultimare tale adempimento, cioè il 30 settembre. L’espressione fino alla presentazione della dichiarazione deve essere intesa fino al momento in cui viene effettuato telematicamente l’invio effettivo del modello. Pertanto se l’adempimento (l’invio telematico della dichiarazione) viene eseguito entro il 31 luglio, entro la medesima data l’atto pubblico o la scrittura privata dovranno indicare le nuove quote di partecipazione non proporzionate ai conferimenti. Viceversa se si intende effettuare l’atto di modifica delle quote dopo il 31 luglio si dovrà anche posticipare l’invio materiale della dichiarazione dei redditi. In caso della mancata o della tempestiva modifica delle quote di partecipazione entro tale data le percentuali saranno determinate in base alla previsione dell’atto costitutivo o della scrittura privata autenticata predisposta lo scorso anno.

 

22 luglio 2015

Nicola…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it