Diario quotidiano del 16 luglio 2015: commercialista impossibilitato ad esibire la contabilità: le conseguenze per il cliente

 

 Indice:

 1) Revisione generale periodica delle macchine agricole/operatrici: decreto in G.U.

 2) Mediatore: chiariti i profili dell’incompatibilità

 3) Credito d’imposta da indicare in Unico 2015: non ammesse distrazioni

 4) La fattura falsa giustifica il sequestro dei beni del contribuente

 5) Enti locali: differito il termine di presentazione del DUP degli enti locali al 31 ottobre 2015

 6) Novità in tema di reverse charge  

 7) Commercialista impossibilitato ad esibire la contabilità: conseguenze per il cliente

 8) Principi di revisione: ecco il documento applicativo sullo SA Italia 250B

 9) In crescita le entrate tributarie

 10) Accertamento tributario: prelievi e incassi tramite Pos ottimi strumenti per il Fisco

 

 

1) Revisione generale periodica delle macchine agricole/operatrici: decreto in G.U.

L’obbligo di revisione generale delle macchine agricole viene introdotto a decorrere dal 31 dicembre 2015 e poi ogni 5 anni.

E’ stato, infatti, pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 2015, il Decreto 20 maggio 2015 che introduce indicazioni sulle modalità e i tempi di revisione delle macchine agricole e operatrici in circolazione.

Viene, quindi, introdotta a decorrere dal 31 dicembre 2015, la revisione obbligatoria delle macchine agricole in circolazione sottoposte a immatricolazione in ragione del relativo stato di vetustà e con precedenza per quelle immatricolate antecedentemente al 1° gennaio 2009.

In particolare, l’art. 1 ha disposto per le macchine agricole (art. 57 del DLgs. 285/1992) la revisione generale, con periodicità di cinque anni. Le macchine in questione sono le seguenti:

– trattori agricoli, come definiti dalla direttiva n. 2003/37/CE del 26 maggio 2003 e sue modificazioni;

– macchine agricole operatrici semoventi a due o più assi;

– rimorchi agricoli aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 tonnellate e con massa complessiva inferiore a 1,5 tonnellate, se le dimensioni d’ingombro superano i quattro metri di lunghezza e i due metri di larghezza.

Anche per le macchine operatrici (art. 58 del DLgs. 285/1992) è stata disposta la revisione generale, con periodicità di cinque anni (art. 2).

Si tratta di:

– macchine impiegate per la costruzione e la manutenzione di opere civili o delle infrastrutture stradali o per il ripristino del traffico;

– macchine sgombraneve, spartineve o ausiliarie, quali spanditrici di sabbia e simili;- carrelli, quali veicoli destinati alla movimentazione di cose.

I tempi di revisione variano a seconda delle tipologie di macchine agricole e operatrici in circolazione.

I trattori agricoli sono sottoposti a revisione generale a decorrere dal 31 dicembre 2015 e successivamente ogni cinque anni, entro il mese corrispondente alla prima immatricolazione, secondo l’anno stabilito nella tabella “Allegato 1” del decreto e precisamente:

– trattori agricoli immatricolati entro il 31 dicembre 1973: revisione entro il 31 dicembre 2017;

– trattori agricoli immatricolati dal 1° gennaio 1974 al 31 dicembre 1990: revisione entro il 31 dicembre 2018;

– trattori agricoli immatricolati dal 1° gennaio 1991 al 31 dicembre 2010: revisione entro il 31 dicembre 2020;

– trattori agricoli immatricolati dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2015: revisione entro il 31 dicembre 2021;

– trattori agricoli immatricolati dopo il 1° gennaio 2016: revisione al 5° anno entro la fine del mese di prima immatricolazione.

Le macchine agricole operatrici semoventi a due o più assi e i rimorchi agricoli aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 tonnellate e con massa complessiva inferiore a 1,5 tonnellate, se le dimensioni d’ingombro superano i quattro metri di lunghezza e i due metri di larghezza, dovranno essere sottoposti a revisione generale entro il 31 dicembre 2017. Le macchine operatrici, infine, sono sottoposte a revisione generale entro il 31 dicembre 2018.

Per quanto concerne invece le modalità di esecuzione della visita a revisione, gli artt. 3 e…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it