Diario fiscale quotidiano del 12 giugno 2015: le presunzioni fiscali sui prelievi dei professionisti sono ingiustificate

 

 Indice:

 1) Conferme dalla Cassazione: le presunzioni fiscali sui prelievi dei professionisti sono ingiustificate

 2) CNDCEC: precisazioni sugli iscritti nella sezione A e B

 3) Inail: risarcimento danni all’autovettura del lavoratore

 4) Tassazione pensioni erogate da San Marino: question time

 5) Modelli di dichiarazione UNICO 2015-SC e IRAP 2015: novità in materia di reddito di impresa e modalità e   termini di versamento degli acconti

6) Modalità di determinazione della rendita catastale: nota IFEL

 7) Cartella di pagamento non preceduta dall’avviso bonario: non spetta la riduzione delle sanzioni di 1/3?

8) Fatture on line: la P.A. deve annotare le fatture nel registro unico entro 10 giorni

 

9) Jobs act: stretta sulla Cig, tetto a 24 mesi in 5 anni

 10) F24: istituiti i codici tributo per il versamento dell’imposta sostitutiva sul regime forfetario

 

 

1) Conferme dalla Cassazione: le presunzioni fiscali sui prelievi dei professionisti sono ingiustificate

La Suprema Corte continua a confermare quanto già stabilito dalla recente giurisprudenza (prima per tutte la nota sentenza della Corte Costituzionale).

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 12021 del 10 giugno 2015, ha confermato nuovamente l’interpretazione favorevole ai professionisti, questa volta in relazione alle indagini finanziarie espletate dal Fisco nei confronti di un amministratore di condominio.

La Suprema Corte ha, dunque, stabilito che la presunzione legale, relativa ai prelevamenti effettuati dal lavoratore autonomo (è tale l’amministratore di condominio che esercita al di fuori di una struttura giuridica societaria), sulla quale era fondato l’accertamento, “deve ritenersi inesistente, essendo stata dichiarata illegittima” dalla Consulta. Ciò che è stato cancellato con la declaratoria d’illegittimità costituzionale – ha affermato la Cassazione – “è proprio la presunzione sulla quale era fondato l’accertamento e cioè quella per cui i prelievi ingiustificati dei lavoratori autonomi erano presunti generatori di reddito non dichiarato”.

Pertanto, il giudice di legittimità continua a consolidare il nuovo orientamento giurisprudenziale, avviato a seguito della pronuncia della Consulta.

 

 

2) CNDCEC: precisazioni sugli iscritti nella sezione A e B

Esperti contabili iscritti nella Sezione B dell’Albo fuori dai Collegi sindacali. Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili (CNDCEC), nel Pronto Ordini n. 104/2015, in risposta ad un quesito formulato dall’Ordine di Teramo, ha precisato che un soggetto con la sola qualifica professionale di “esperto contabile”, iscritto nella Sezione B dell’Albo Unico, e non iscritto nel registro dei revisori legali, non può essere nominato componente del Collegio sindacale di una società agricola consortile a responsabilità limitata, pur non avendo quest’ultima l’obbligo di redigere il bilancio consolidato e pur essendo affidata all’esterno la funzione di revisione legale.

Soglia più alta per il contante

Governo e maggioranza si sono impegnate a ritoccare al rialzo l’attuale limite di 1.000 euro per i pagamenti in contanti. Ancora non si sa quale sarà il nuovo tetto. Il via libera dell’Esecutivo è comunque subordinato a un maggiore ricorso ai pagamenti elettronici. La revisione potrebbe arrivare in tempi brevi e trovare posto tra le modifiche al decreto attuativo della delega fiscale sulla fatturazione elettronica. Un altro nodo da risolvere è quello relativo ai costi per l’utilizzo dei Pos, diventato obbligatorio per gli autonomi. In Italia le transazioni tramite Pos prevedono costi più alti del 50% rispetto alla media Ue. Il Governo dovrà intervenire ed equiparare tali costi alla media di quelli sostenuti in altri Stati europei.

Partite Iva in crescita del 2,7%

Il Dipartimento delle Finanze ha reso noto che nel mese di aprile sono state aperte 47.581 nuove partite Iva, con un incremento del 2,7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Il 28%…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it