Riflessioni in materia di contratti pubblici dei settori speciali

di Massimo Pipino

Pubblicato il 14 maggio 2015

puntiamo l'attenzione alle gare di appalto il cui oggetto può essere fatto rientrare nell’ambito di quelli che vengono definiti come “settori speciali” ovvero i settori che attengono al gas, all’energia termica e all’elettricità, all’acqua, ai servizi di trasporto e postali, alla prospezione ed estrazione di petrolio, gas, carbone e altri combustibili solidi, ai porti e agli aeroporti

La sentenza su cui in questa sede si intende appuntare l’attenzione si riferisce ad una gara di appalto il cui oggetto può essere fatto rientrare nell’ambito di quelli che vengono definiti come “settori speciali” ovvero i settori che attengono al gas, all’energia termica e all’elettricità, all’acqua, ai servizi di trasporto e postali, alla prospezione ed estrazione di petrolio, gas, carbone e altri combustibili solidi, ai porti e agli aeroporti, la cui disciplina può essere rinvenuta negli articoli che vanno dal 206 al 238 del Codice dei contratti pubblici (DLgs 163/2006).Il caso di specie fa riferimento ad una stazione appaltante pubblica che nel contesto del bando di gara aveva previsto che dovesse essere applicata la procedura di gara che viene stabilita dall'articolo 90 (“Progettazione interna ed esterna alle amministrazioni aggiudicatrici in materia di lavori pubblici”) del Codice dei contratti pubblici. Nell’articolo in parola, al comma 7, viene previsto che nelle gare per l'affidamento della fase di progettazione, indipendentemente da quella che è la natura giuridica del soggetto che si trova ad essere concorrente (professionisti associati, società di professionisti, società di ingegneria, raggruppamenti temporanei di professionisti e società di professionisti eccetera), devono essere indicati già in sede di presentazione dell'offerta e nominativamente quali siano i professionisti ai quali verrà affidato il compito di redigere il progetto, indicazione cui deve essere aggiunta la specifica indicazione di quelle che sono le rispettiv