Diario quotidiano del 20 maggio 2015: procedura di Voluntary Disclosure, circolare di Assonime

Pubblicato il 20 maggio 2015

bilanci d’esercizio, consolidati e imprese; la cartella di pagamento si notifica a tutti gli eredi; privacy e lavoro: nuovo vademecum del Garante; incentivi PMI, sotto forma di finanziamento, in G.U.; paesi in via di sviluppo: anche il Regolamento del fondo di garanzia in G.U.; reti di impresa per l’artigianato digitale: dal 1° luglio le domande; audizione del direttore dell’agenzia delle entrate su particolari tematiche; siti inquinati: come richiedere il credito di imposta; procedura di Voluntary Disclosure: circolare di Assonime

 

 Indice:

 1) Bilanci d’esercizio, consolidati e imprese

 2) La cartella di pagamento si notifica a tutti gli eredi

 3) Privacy e lavoro: nuovo vademecum del Garante

 4) Incentivi PMI, sotto forma di finanziamento, in G.U.

 5) Paesi in via di sviluppo: anche il Regolamento del fondo di garanzia in G.U.

 6) Reti di impresa per l’artigianato digitale: dal 1° luglio le domande

 7) Audizione del direttore dell’agenzia delle entrate su particolari tematiche

 8) Siti inquinati: come richiedere il credito di imposta

 9) Procedura di Voluntary   Disclosure: circolare di Assonime

 

 

1) Bilanci d’esercizio, consolidati e imprese

Attuata la direttiva europea relativa ai bilanci d’esercizio, ai bilanci consolidati e alle relative relazioni di talune tipologie di imprese per la parte relativa alla disciplina del bilancio di esercizio e di quello consolidato per la società di capitali e gli altri soggetti individuati dalla legge.

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 18 maggio 2015, ha approvato in via preliminare, al fine di acquisire i pareri prescritti, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del Ministro dell’economia e delle finanze Pietro Carlo Padoan, uno schema di decreto legislativo di attuazione della direttiva 2013/34/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2013, relativa ai bilanci d’esercizio ai bilanci consolidati e alle relative relazioni di talune tipologie di impresa, recante modifica della direttiva 2006/43/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e abrogazione delle direttive 78/660/CEE e 83/349/CEE del Consiglio, per la parte relativa alla disciplina del bilancio di esercizio e di quello consolidato per la società di capitali e gli altri soggetti individuati dalla legge.

Lo schema di decreto legislativo:

- introduce la nuova disciplina circa gli obblighi di trasparenza posti a carico delle imprese operanti nel settore estrattivo o in quello dello sfruttamento delle aree forestali;

- integra e modifica il codice civile e il decreto legislativo 127 del 9 aprile 1991 al fine di allineare le disposizioni in materia di bilancio di esercizio e consolidato alle disposizioni della direttiva e altri provvedimenti legislativi già esistenti;

- apporta modifiche a provvedimenti legislativi per adeguarne il contenuto alle prescrizioni della Direttiva o per esigenze di coordinamento in materia di conti annuali e consolidati delle imprese di assicurazione e di revisione legale dei conti.

Banche e altri istituti finanziari

Attuata la direttiva europea relativa ai bilanci d’esercizio, ai bilanci consolidati e alle relative relazioni di talune tipologie di imprese per la parte relativa ai conti annuali e ai conti consolidati delle banche e degli altri istituti finanziari.

Il Consiglio dei Ministri, sempre nella riunione del 18 maggio 2015, ha approvato in via preliminare, al fine di acquisire i pareri prescritti, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del Ministro dell’economia e delle finanze Pietro Carlo Padoan, uno schema di decreto legislativo di attuazione della direttiva 2013/34/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2013, relativa