Diario fiscale del 14 maggio 2015: San Marino accede alla white list

 

 Indice:

 1) Ora nella white list compare anche San Marino

 2) Si attende una proroga per Unico 2015, forse una proroga anche per il 730 precompilato

 3) Chiarimenti Inps sulla NASpI

 4) Risorse finanziarie per gli ammortizzatori sociali in deroga

 5) Domicilio fiscale all’estero senza dimora abituale in Italia; cartella di pagamento: va bene la notifica con raccomandata

 6) Rimborso Irap: prescrizione decennale

7) Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito dell’occupazione; Fondo di garanzia per il Microcredito

 8) Modello F24: istituiti i codici per pagare le somme da verifica catastale

 9) Anche il professionista senza partita Iva e senza Entratel può rilasciare il visto di conformità

 10) Linee guida per il finanziamento alle imprese in crisi; conferenza dei rappresentanti delle istituzioni che   gestiscono il Catasto nei Paesi dell’UE

 

 

1) Ora nella white list compare anche San Marino

E ormai certo, adesso nella white list è compresa anche San Marino. Ciò a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto del Ministero dell’Economia del 10 aprile 2015.

San Marino torna a far parte della white list antiriciclaggio. Escluse ancora Russia e città del Vaticano. Confermata la collaborazione in ambito informativo della Svizzera. Il Decreto del Ministero dell’economia del 10 aprile 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 108 del 12 maggio 2015, va ad aggiornare l’elenco reso noto dal Ministero dell’Economia nel febbraio 2013, relativo alla lista dei paesi cosiddetti equivalenti ai fini della normativa antiriciclaggio. Tra i punti rilevanti vi è l’attuale adeguatezza alla cooperazione tra le omologhe autorità italiane e sammarinesi, relativamente al rapporto di informazione finanziaria ed azione amministrativa congiunta. L’atto annovera che l’inclusione nell’elenco degli stati extracomunitari equivalenti non preclude la necessità di operare in base all’approccio basato sul rischio, costituendo presunzione confutabile per l’applicazione delle misure semplificate di verifica della clientela. Come da precedente decreto, restano esclusi dalla lista comune gli stati comunitari ed appartenenti all’area economica europea che beneficiano del riconoscimento automatico basato sull’obbligo di applicazione delle misure previste dalla direttiva 2005/60/Ce.

In particolare, i paesi tenuti al rispetto degli obblighi relativi alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, sono:

– Australia;

– Brasile;

– Canada;

– Hong Kong;

– India;

– Giappone;

– Repubblica di Corea,

– Messico;

– Singapore;

– Stati Uniti d’America;

– Repubblica del Sudafrica;

– Svizzera;

– Repubblica di San Marino.

Si includono, inoltre, gli Stati già presenti nel Decreto 1° febbraio 2013, quali Mayotte, Nuova Caledonia, Polinesia francese, Saint-Pierre e Miquelon, Wallis e Futuna, Aruba, Curacao, Sint Maarten, Bonaire, Sint Eustatius e Saba.

 

2) Si attende una proroga per Unico 2015

Come ogni anno, la pubblicazione del software Gerico 2015 è in ritardo. Manca, infatti, poco più di un mese dalla scadenza del termine di versamento delle imposte dovute a titolo di saldo e di primo acconto nei modelli Unico 2015, e non é ancora disponibile la versione definitiva del software Gerico 2015, necessaria per la verifica della congruità dei contribuenti soggetti agli studi di settore.Il ritardo nell’uscita del software dovrebbe, quindi, comportare la necessità di fare slittare i termini di versamento dal 16 giugno 2015 ai primi giorni del successivo mese di luglio.

In tal modo, si andrebbe a ripetere lo stesso “copione” che caratterizza, anno per anno, il caldo periodo delle dichiarazioni dei redditi.

Pare, dunque, ripetersi, anche per quest’anno, l’ormai consueta doppia scadenza dei termini di pagamento collegati a Unico, suddivisi a seconda che il contribuente sia o meno soggetto alla verifica dei compensi e ricavi…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it