Diario quotidiano del 29 aprile 2015: niente IRAP per i medici convenzionati col SSN

Pubblicato il 29 aprile 2015

nuova indennità di disoccupazione mensile (DIS-COLL); F24 enti pubblici: fruibili i codici tributo per pagare le somme dovute da 36-bis; niente IRAP per i medici convenzionati col SSN; il nominativo sulla cassetta postale rende valida la notifica della cartella di pagamento; Robin Hood Tax: ulteriori chiarimenti sulle conseguenze della declaratoria di illegittimità costituzionale; strutture sanitarie private: in scadenza la comunicazione dei compensi percepiti

 

Indice:

1) Nuova indennità di disoccupazione mensile (DIS-COLL)

 2) F24 enti pubblici: fruibili i codici tributo per pagare le somme dovute da 36-bis

 3) Niente IRAP per i medici convenzionati col SSN

 4) Il nominativo sulla cassetta postale rende valida la notifica della cartella di pagamento

 5) Robin Hood Tax: ulteriori chiarimenti sulle conseguenze della declaratoria di illegittimità   costituzionale

 6) Strutture sanitarie private: in scadenza la comunicazione dei compensi percepiti

 

 

1) Nuova indennità di disoccupazione mensile (DIS-COLL)

L’Inps, con la circolare n. 83 del 27 aprile 2015, ha fornito i primi chiarimenti per la nuova indennità di disoccupazione per i lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa.

Il D.Lgs. 22/15 ha introdotto per questi lavoratori una nuova prestazione di tutela del reddito, la Dis-Coll spettante a tutti i co.co.co. iscritti in via esclusiva alla Gestione separata Inps.

L’indennità copre la disoccupazione dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 ma devono risultare soddisfatti contemporaneamente tre requisiti: stato di disoccupazione al momento della domanda, accredito contributivo di almeno tre mensilità nel periodo dal 1° gennaio dell’anno solare precedente e la cessazione dal lavoro; almeno un mese di contribuzione nell’anno solare della disoccupazione. Per la fruizione dell’indennità DIS-COLL i lavoratori con contratto di collaborazione devono presentare apposita istanza all’INPS, esclusivamente in via telematica.

I servizi di presentazione telematica saranno attivi entro il prossimo 11 maggio 2015. Fino a tale data, la domanda di DIS–COLL sarà accettata anche in forma cartacea mediante l’apposito modulo disponibile nel sito www.inps.it.

Durata della prestazione

Riguardo la durata della prestazione, al pari della modalità adottata per la base di calcolo e la misura, rilevano anche le frazioni di mese di durata del rapporto di collaborazione.

Presentazione della domanda e decorrenza della prestazione

Per fruire della DIS-COLL, i co.co.co devono presentare apposita domanda telematica all’INPS, entro il termine, previsto a pena di decadenza, di 68 giorni dalla data di cessazione del contratto di collaborazione.

Fino all’11 maggio 2015, data entro la quale saranno resi disponibili