Diario quotidiano del 27 aprile 2015: l’IVA non si riscuote due volte e se l’Amministrazione nega la detrazione non può rifiutare al fornitore la restituzione della stessa imposta pagata a seguito di accertamento

 

 Indice:
 1) Prescrizione decennale per i rimborsi Iva
 2) Parte l’operazione Tfr in busta paga
 3) Schemi dei decreti attuativi della legge delega per la riforma del sistema fiscale
 4) La residenza fiscale in Italia non comporta l’applicazione dell’IVA di tutte le cessioni
 5) L’Iva non si riscuote due volte
 6) Presentazione istanze per la concessione degli sgravi contributivi per i contratti di solidarietà
7) Disponibili sul web dell  Entrate le quotazioni immobiliari del II semestre 2014
 8) Enti locali: video-corso gratuito per revisori
 9) DEF 2015: approvata risoluzione di maggioranza
10) Società non quotate: il Consiglio Nazionale dei Commercialisti risponde al MEF sulla rendicontazione   finanziaria
 

 
1) Prescrizione decennale per i rimborsi Iva
L’Agenzia delle entrate riconosce il diritto al rimborso dell’Iva ai contribuenti che, pur non avendo presentato l’apposito modello VR, abbiano presentato la richiesta entro il termine di prescrizione decennale; in considerazione del consolidamento in tal senso della giurisprudenza della Corte di cassazione, l’amministrazione abbandona dunque la tesi del termine di decadenza biennale.
Lo ha reso noto il 23 aprile 2015 il sottosegretario all’Economia e Finanze, in risposta a un’interrogazione parlamentare in commissione finanze della camera. Una buona notizia, dunque, per i molti contribuenti «distratti» che, pur avendo evidenziato il credito Iva rimborsabile, soprattutto nell’ultima dichiarazione per cessata attività, non avevano azionato la procedura di rimborso attraverso la presentazione del rituale modello VR, salvo poi sollecitare all’ufficio finanziario la restituzione del credito presentando un’istanza di rimborso «anomala». La questione, oramai superata dall’abrogazione del modello VR e dal ripristino della richiesta di rimborso all’interno della dichiarazione annuale, ha dato origine a un consistente contenzioso circa l’assoggettamento dell’istanza di rimborso «anomala» al termine di prescrizione decennale ai sensi del codice civile, oppure alla decadenza biennale prevista, in via residuale, dall’art. 21 del dlgs n. 546/92.
La Corte di cassazione, come ricorda l’esponente del governo, ha tenuto un atteggiamento altalenante, che ha fatto sfumare il credito Iva dei moltissimi sfortunati contribuenti incappati nell’orientamento a loro sfavorevole. Per i casi ancora aperti, dunque, preso atto dell’evoluzione giurisprudenziale della Corte suprema verso la tesi della prescrizione ordinaria, l’Agenzia fa sapere che si adeguerà e riconoscerà il diritto al rimborso richiesto entro il termine decennale, subordinatamente alla dimostrazione, da parte del contribuente, della sussistenza dei relativi presupposti.
Assimilazioni all’abitazione principale
Un’altra risposta al question time è relativa al problema delle possibili assimilazioni all’abitazione principale delle case in Italia degli italiani residenti all’estero.Chi non è pensionato all’estero non ha diritto all’agevolazione e dovrà pagare l’Imu e l’eventuale Tasi prevista per le seconde case.
Il sottosegretario all’Economia ha spiegato che l’autonomia dei comuni nell’estensione delle assimilazioni non può essere reintrodotta, perché avrebbe bisogno di una modifica normativa con relativa copertura finanziaria. Pertanto, l’assimilazione resta solo per l’unico immobile posseduto da italiani residenti all’estero se titolari di pensione, anche d’invalidità, nel Paese di residenza, ma non se l’assegno è erogato dallo Stato italiano.
L’agevolazione è circoscritta…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it