Diario fiscale del 23 aprile 2015: un riassunto dei 3 Decreti di semplificazione appena pubblicati dal Governo

 

 Indice:
 1) Nuovo interpello per le imprese
 2) I tre decreti attuativi della riforma fiscale
 3) Corte Ue: niente Iva per francobolli e servizi postali
 4) Contrasto al lavoro nero: ispezioni, in arrivo 132.500 controlli
 5) Una precompilata: errori o “orrori” ?
 6) Fino al prossimo 24 aprile possono essere consultati gli schemi dei futuri bilanci
 7) Beni aziendali non trovati nel magazzino: non va bene l’inventario “di rettifica” fatto dal curatore in   ritardo
 8) Aziende pubbliche: modalità di elaborazione della ListaPosPA del flusso UniEmens
 9) Inps artigiani e commercianti: nel “cassetto previdenziale” sono già disponibili i modelli F24 del 2015/2016
 10) Niente contributo addizionale sull’indennità per mancato avviamento al lavoro

 
 
1) Nuovo interpello per le imprese
Tra le principali novità contenute nello schema di decreto legislativo in materia di crescita e internazionalizzazione delle imprese, approvato dal Consiglio dei ministri nella seduta n. 60 del 21 aprile 2015, si introduce un nuovo tipo di interpello rivolto alle imprese che effettuano investimenti superiori a 30 milioni di euro, finalizzato a dare certezza al contribuente in merito ai profili fiscali dei piani di investimento che si intende realizzare. L’Agenzia delle entrate avrà 120 giorni per rispondere e vincolerà l’Amministrazione finanziaria per cinque anni.
Lo schema di decreto attuativo della delega fiscale in materia di crescita e internazionalizzazione introduce nel nostro ordinamento un interpello per le società che effettuano nuovi investimenti, con la finalità di dare certezza al contribuente sui profili fiscali del piano di investimento che intende attuare.
La norma è rivolta alle imprese che vorranno investire nel nostro Paese non meno di 30 milioni di euro e che, soprattutto, vorranno garantire stabili ricadute occupazione. La soglia minima per l’investimento dovrà essere documentata dal contribuente. A tal fine sarà fondamentale la presentazione di un business plan nel quale indicare l’ammontare, i tempi e le modalità dell’investimento.
In pratica, questi soggetti potranno chiedere preventivamente alle Entrate il trattamento fiscale da riservare al loro progetto economico comprese possibili operazioni straordinarie per la sua realizzazione (fusioni, scissioni societarie). Si tratta di un’attività di consulenza dell’Agenzia delle entrate ad ampio raggio, resa con riferimento a più imposte, con riferimento sia agli aspetti interpretativi sia applicativi ed elusivi delle diverse disposizioni di legge.
La risposta dell’Agenzia arriverà per iscritto entro 120 giorni (prorogabili di 90 giorni qualora sia necessario acquisire ulteriori informazioni) e vincolerà l’amministrazione finanziaria per cinque anni (quello della domanda e i quattro successivi). E’ previsto il silenzio-assenso qualora l’Agenzia delle Entrate non risponda entro i termini indicati.
L’Agenzia delle entrate pubblicherà annualmente la sintesi delle posizioni interpretative rese e aventi interesse generale.
La definizione delle modalità applicative dell’interpello è demandata alla competenza di un decreto del MEF, cui farà seguito un provvedimento direttoriale delle Entrate chiamato ai individuare gli uffici competenti al rilascio delle risposte.
Nuovi criteri per l’introduzione delle white-list
Lo schema di decreto legislativo in materia di internazionalizzazione approvato il 21 aprile 2015 dal Consiglio dei Ministri cancella l’articolo 168-bis del TUIR ridefinendo le condizioni per l’emanazione di nuovi elenchi degli Stati e territori che consentono un adeguato scambio di …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it