Split payment e reverse charge: chiarimenti in merito all'applicazione alternata dei rispettivi regimi

Split payment e reverse charge ad applicazione alternata. È questo quanto si desume dal disposto dell’articolo 17-ter, D.P.R. n. 633/1972, secondo il quale il meccanismo dello split paymentsi applica a tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni, ad eccezione delle:

cessioni di beni e le prestazioni di servizi per le quali i cessionari o committenti siano debitori d’imposta (reverse charge);

prestazioni di servizi soggette a ritenuta alla fonte a titolo d’acconto (i.e. prestazioni professionali territorialmente rilevanti).

Inoltre, nel silenzio della norma, sono da ritenersi escluse dallo split payment anche le operazioni alle quali il meccanismo dello split payment non può essere concretamente applicato, in quanto, in base a disposizioni di legge, l’imposta non &…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it