Diario quotidiano del 27 marzo 2015: cinque per mille dell’IRPEF anno 2015 tutti i chiarimenti

 

 Indice:
 1) Per gli utili corrisposti nel 2014 si continua ad utilizzare il modello CUPE
 2) Provvedimenti pubblicati in G.U.: dall’Imu sui terreni agricoli al bonus per le attività cinematografiche
 3) Regione Sicilia – accise energia elettrica: si paga con  F24 dal 1° giugno 2015
 4) Chiarimenti sulla comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai risultati contabili del   modello 730-4
 5) Pubblicato il disciplinare tecnico Isee
 6) INAIL: comunicazione dati sanitari dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria
 7) Rivalutazione assegno per il nucleo familiare numeroso e assegno di maternità – anno 2015
 8) Esercizio abusivo della professione: il CNDCEC ritiene positiva l’ipotesi di inasprimento delle pene
 9) Banche popolari: pubblicata in G.U. la nuova disciplina c.d. “Investment Compact”
 10) E’ legittima la notifica della cartella di Equitalia eseguita mediante raccomandata A/R
 11) Dirigenti assunti senza concorso: niente rischi di invalidità degli avvisi di accertamento
 12) Contributo del cinque per mille  dell’IRPEF anno 2015 e successivi: circolare delle Entrate
 13) Soppressione causali contributo “CCLS” e “CCSP”
 14) Decentramento autorizzazioni ai versamenti volontari nel Fondo ex –IPOST

 
 
1) Per gli utili corrisposti nel 2014 si continua ad utilizzare il modello CUPE
Per gli utili corrisposti nel 2014 occorre sempre utilizzare il modello CUPE (certificazione degli utili e dei proventi equiparati), difatti la nuova certificazione (CU2015) non ha interessato tale tipologia di redditi.
Quest’anno, la cd. CU2015 (Certificazione Unica) ha, sicuramente, accentrato le attenzioni degli “addetti ai lavori”, essendo un adempimento che ha riguardato diverse tipologie reddituali (dal lavoro dipendente e assimilato, ai compensi da lavoro autonomo abituale e non, per concludere con le provvigioni). Come noto, infatti, la Certificazione Unica ha accorpato in un unico modello ciò che prima era contenuto nel CUD, sul versante del lavoro dipendente, e ciò che prima veniva certificato in forma libera, sul versante del lavoro autonomo e/o occasionale.
Le suddette novità, tuttavia, non hanno interessato la certificazione degli utili e dei proventi equiparati (il c.d. modello CUPE) corrisposti nel 2014, per la quale si continua ad utilizzare l’attuale modello, con consegna ai singoli percipienti entro il 02.03.2015 (il 28.02.2015 è caduto di sabato). Inoltre, come specificato nel Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 15.01.2015, tali certificazioni, al contrario della certificazione unica (CU), non devono essere trasmesse telematicamente.
Il modello CUPE deve essere rilasciato ai soggetti residenti nel territorio dello Stato che nel corso del 2014 hanno percepito utili derivanti dalla partecipazione a società, residenti e non residenti, in qualunque forma corrisposti, intendendosi tali tutti quei proventi derivanti da titoli e strumenti finanziari assimilati alle azioni di cui all’art. 44, comma 2, lett. a) del Tuir. Vi rientrano, ad esempio, tutti i titoli e/o strumenti finanziari, diversi dalle azioni, la cui remunerazione è costituita totalmente dalla partecipazione ai risultati economici.
I percettori degli utili utilizzano i dati contenuti nella certificazione per indicare i proventi conseguiti nella dichiarazione annuale dei redditi. In tal senso restano esclusi da certificazione, e quindi dagli obblighi dichiarativi:
Gli utili e gli altri proventi assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta o ad imposta sostitutiva come, ad esempio, i dividendi provenienti da partecipazioni non qualificate.
Gli utili e gli altri proventi relativi a …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it