Diario quotidiano del 6 marzo 2015: le nuove norme di comportamento del collegio sindacale e l’obbligo di POS

Pubblicato il 6 marzo 2015

F24: istituita nuova causale contributo per l’addizionale CIG; Italia-Guernsey: accordo sullo scambio di informazioni; sono in pubblica consultazione le nuove norme di comportamento del collegio sindacale; question time: local tax al 2016; sanzioni “a cascata” per chi non rispetta l’obbligo di POS; Consulta: documenti non utilizzabili nel contenzioso; jobs act: decreti attuativi in vigore; nel 2014 torna in positivo il mercato immobiliare italiano (+1,8%); proroga per l’intervento dell’autorità doganale nei confronti di merci sospette; ticket restaurant dopo la Legge di Stabilità 2015

 

 Indice:

 1) Modello F24: istituita nuova causale contributo per l’addizionale CIG

 2) Italia-Guernsey: è in vigore l’accordo sullo scambio di informazioni

 3) Sono in pubblica consultazione le nuove norme di comportamento del collegio sindacale

 4) Question time: local tax al 2016

 5) Sanzioni “a cascata” per chi non rispetta l’obbligo di POS

 6) Consulta: documenti non utilizzabili nel contenzioso, tutto rimane immutato

 7) Jobs act: decreti attuativi in vigore

 8) Nel 2014 torna in positivo il mercato immobiliare italiano (+1,8%)

 9) Proroga per l’intervento dell’autorità doganale nei confronti di merci sospette

 10) Ticket restaurant dopo la Legge di Stabilità 2015

 

 

 1) Modello F24: istituita nuova causale contributo per l’addizionale CIG

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 24/E del 4 marzo 2015, ha istituito la nuova causale contributo “RCAD” per il versamento, tramite modello F24, del contributo addizionale dovuto alla Cassa integrazione guadagni in seguito alle attività di recupero.

Con la convenzione del 18 giugno 2008, stipulata tra l’Agenzia delle entrate e l’INPS, è stato regolato il servizio di riscossione, mediante il modello F24, per il versamento dei contributi di spettanza dell’Istituto di previdenza.

Al fine di consentire il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute per il recupero del contributoaddizionale per la Cassa integrazione guadagni (CIG), la citata risoluzione adesso istituisce la causale contributo:

- RACAD - Recupero contributo addizionale CIG.

La causale deve essere indicata nella sezione INPS, in corrispondenza, esclusivamente, delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, riportando: il codice della sede INPS competente; la matricola INPS dell’azienda; e l’anno di riscossione del contributo.

 

 

2) Italia-Guernsey: è in vigore l’accordo sullo scambio di informazioni

E’ stata pubblicata, nella Gazzetta Ufficiale n. 52 del 4 marzo 2015, la Legge (L. 16 del 10 febbraio 2015) di ratifica dell’accordo sullo scambio di informazioni in materia fiscale tra Italia e Guernsey.

Questo al fine dello scambio di informazioni in materia fiscale, fatto a Londra il 5 settembre 2012.

L’accordo prevede la reciproca assistenza per lo scambio di informazioni rilevanti per l’amministrazione e l’applicazione delle leggi interne dei due Stati. Dette informazioni includono quelle rilevanti per la determinazione, l’accertamento, la riscossione delle imposte, le indagini su questioni fiscali o i procedimenti per reati tributari.

In particolare, i diritti e le misure di salvaguardia assicurati alle persone dalle leggi o dalla prassi amministrativa dello Stato interpellato restano applicabili nella misura in cui essi non impediscano o posticipino, in maniera indebita, l’effettivo scambio di informazioni. L’accordo entra in vigore dal 5 marzo 2015.

 

 

3) Sono in pubblica consultazione le nuove norme di comportamento del collegio sindacale

Pronte le nuove norme di comportamento del collegio sindacale. Il CNDCEC ha pubblicato, il 4 marzo 2015, la versione preliminare, in pubblica consultazione fino al 21 aprile.

Tali norme (di deontologia professionale e rivolte a tutti i professionisti iscritti nell’Albo dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili) sono, quindi, poste in pubblica consultazione e fino al 21 aprile 2015.

Dunque, tutti i soggetti interessati sono invitati a presentare osservazioni e commenti mediante contributi da inviare alla Fondazione Nazionale dei Commercialisti al seguente indirizzo mail: consultazione@fncommercialisti.it. Al termine della consultazione, tenuto conto delle osservazioni pervenute, il CNDCEC approverà il testo definitivo.

Le principali novità sono, in taluni casi, caratterizzate dalla creazione di nuove norme e, in altri, da mere modifiche o integrazioni di norme esistenti. In linea generale, peraltro, alla luce delle modifiche legislative intervenute sull’assetto dei controlli delle srl, le Norme di comportamento sono applicabili all’organo di controllo sia nella composizione collegiale sia nella composizione monocratica (sindaco unico), in quanto compatibili. Nei commenti delle singole Norme, comunque, si dà evidenza delle soluzioni interpretative e operative che si ritengono applicabili in caso di nomina del sindaco unico.

Tra gli aspetti di maggiore interesse emerge come la Norma di comportamento 1.5, dopo l’abrogazione delle tariffe professionali, sottolinei che il sindaco, all’atto della nomina, sia tenuto a valutare se la misura del compenso proposto è idonea a remunerare professionalità, esperienza e impegno con i quali deve svolgere l’incarico, tenendo conto del rilievo pubblicistico della funzione svolta.

Tale valutazione deve essere effettuata prendendo, tra l’altro, in considerazione: l’ampiezza e la complessità dell’incarico (in relazione a natura, dimensione, anche economica, complessità, settore di attività, assetto organizzativo e altre caratteristiche della società); il documento riassuntivo delle attività espletate che il precedente collegio sindacale è invitato ad elaborare e trasmettere alla società, rendendo così più chiari l’impegno temporale richiesto per lo svolgimento dell’incarico, nonché le competenze professionali e l’esperienza necessarie.

Peraltro, la delibera di nomina può prevedere modalità di adeguame