Ratei e risconti; partecipazioni ed azioni proprie; titoli di debito

OIC 18 – RATEI E RISCONTI

Con riguardo al precedente OIC 18, si sono:

precisate le condizioni per la rilevazione in bilancio dei ratei e risconti;

chiariti i criteri di valutazione dei ratei e dei risconti da iscrivere in bilancio e le poste di conto economico interessate dalle rettifiche di valore;

eliminata la richiesta di distinguere i ratei e risconti nello stato patrimoniale quando il loro ammontare è apprezzabile, in quanto tale distinzione deve essere comunque fornita in nota integrativa.

Inoltre si è aggiunta la contabilizzazione del maxicanone nell’ambito delle operazioni di leasing finanziario.

Maxicanone di leasing

Nelle operazioni di leasing finanziario, sovente il locatario effettua dei pagamenti anticipati a titolo di maxicanone iniziale. Il maxicanone iniziale ha l’obiettivo di ridurre l’importo finanziato.

L’ammontare relativo al maxicanone è rilevato tra i costi della produzione alla voce B8 “per godimento di beni terzi” in contropartita dell’uscita finanziaria. In sede di chiusura dell’esercizio la parte di costo non di competenza dell’esercizio è rinviata agli esercizi successivi mediante l’iscrizione di un risconto attivo. Nell’ipotesi di riscatto anticipato del bene, l’ammontare del risconto attivo relativo al maxicanone è capitalizzato nel valore del cespite; tale valore si aggiunge al costo storico del bene pari al valore di riscatto.

OIC 20 – TITOLI DI DEBITO

Le variazioni apportate hanno comportato un riordino generale della tematica e un miglior coordinamento con le disposizioni degli altri principi contabili nazionali OIC. In particolare, nella nuova versione il principio tratta esclusivamente dei titoli di debito, mentre prima includeva le partecipazioni è ora inclusa nel nuovo OIC 21 “Partecipazioni e azioni proprie”.

Con riguardo ai temi di dettaglio, rispetto al precedente OIC 20 si è provveduto a:

riformulare la disciplina relativa ai cambiamenti di destinazione;

chiarire che ai fini del computo della plus/minusvalenza da realizzo non si deve tener conto delle spese di cessione, nel presupposto che questo approccio dia migliore attuazione al principio civilistico che prevede il divieto di compensare tra loro componenti economiche di diversa natura;

chiarire la definizione dei criteri per la determinazione del costo degli strumenti finanziari immobilizzati (costo specifico e/o criteri ex articolo 2426, numero 10, codice civile);

riformulare la disciplina degli obblighi di informativa per meglio garantire il coordinamento con il dettato dell’articolo 2427-bis.

Il nuovo standard ha, inoltre, chiarito ai fini della classificazione dei titoli ciò che rileva è il

management intent, e cioè l’effettiva prospettiva di permanenza o meno in un dato portafoglio. Pertanto, si è modificata la previgente disciplina sulla classificazione che si basava, tra l’altro, anche sulla mera facoltà che l’impresa si riserva di cogliere le opportunità di mercato.

Rispetto alla versione del principio in bozza è stata stralciata la parte relativa ai titoli strutturati e si è modificato il criterio di classificazione dei componenti di reddito emergenti in occasione della cessione di partecipazioni immobilizzate, non più obbligatoriamente classificati nella sezione straordinaria del conto economico.

OIC 21 – PARTECIPAZIONE ED AZIONI PROPRIE

OIC n 21 si occupa delle partecipazioni e delle azioni proprie. Si è proceduto a riformulare la disciplina relativa ai cambiamenti di destinazione, con l’obiettivo di meglio coordinare le disposizioni contenute nel principio con il Codice Civile. Inoltre:

si stabilisce che gli utili/perdite che derivano dalla negoziazione di partecipazioni immobilizzate debbano necessariamente essere considerati componenti straordinari di reddito.

si stabilisce che per il calcolo della plus/minusvalenza da realizzo non si deve tener conto delle spese di cessione, nel presupposto che questo approccio dia migliore attuazione al principio civilistico che prevede…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it