I contribuenti minimi e la Certificazione Unica


QUESITO

Buongiorno, ho un dubbio sulla nuova Comunicazione Unica: un contribuente minimo che ha pagato parcella a un altro minimo (quindi senza ritenuta) deve predisporre la Certificazione Unica? Oppure è esonerato in quanto: “Sono tenuti all’invio del flusso telematico coloro che nel 2014 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte…” (istruzioni CU 2015)

Grazie!

Il dottor Mario Agostinelli ci parlerà di certificazione unica e 730 precompilato nella videoconferenza di giovedì 26 febbraio prossimo venturo

 

RISPOSTA

I soggetti obbligati al rilascio della certificazione e alla trasmissione telematica della stessa sono tutti i soggetti che ai sensi dell’articolo 23 del DPR 600/73 sono considerati sostituti di imposta (l’articolo 23 è norma che devi prendere come riferimento ai fini dell’individuazione del soggetto che opera come sostituto di imposta) che hanno corrisposto nell’anno 2014 somme o valori assoggettati a ritenuta di acconto (ai sensi degli art. 23, 24, 25, 25-bis, 25-ter e 29 del DPR 600/73).

Gli obblighi dei sostituti d’imposta operano anche quando le somme corrisposte ai sensi degli articoli richiamati non sono soggetti a ritenuta per effetto di speciali disposizioni. In altri termini, soggettivamente, gli adempimenti di per cui sono stati esposti dubbi sono dovuti dai soggetti che, ancorché “astrattamente“, sono obbligati ad operare la trattenuta quando corrispondo i redditi sopra individuati.

I soggetti che si avvalgono del regime dei minimi sono obbligati ad operare la ritenuta quando corrispondono i redditi sopra individuati (pensa al caso del pagamento della parcella al professionista) e quindi sono obbligati al rilascio della certificazione e alla relativa trasmissione telematica. Più semplicemente: i minimi sono sostituti di imposta.

Tale obbligo come espressamente indicato nelle istruzione della Comunicazione Unica 2015 a pagina 35 compete anche per il caso in cui il compenso erogato sia contemplato dagli articoli sopra richiamati (per il tuo caso l’articolo 25 del DPR 600/73) ancorché, ai sensi di speciali norme di legge, non sia da assoggettare a ritenuta (come nel caso in cui il compenso sia erogato ad contribuente nel regime dei minimi).

In conclusione: il contribuente nel regime dei minimi è sostituto di imposta e deve rilasciare e trasmettere la CU 2015 anche con riferimento ai compensi corrisposti non assoggettati a ritenuta perché erogati ad altro contribuente nel regime dei minimi.

ATTENZIONE

La regola sopra espressa non varrà per i soggetti che dal 2015 applicano il nuovo regime forfettario perché per tali soggetti la Legge di stabilità 2015 prevede che non sono sostituti d’imposta.

Il dottor Mario Agostinelli ci parlerà di certificazione unica e 730 precompilato nella videoconferenza di giovedì 26 febbraio prossimo venturo

 

23 febbraio 2015

Mario Agostinelli

Luca Bianchi


Partecipa alla discussione sul forum.