Diario quotidiano dell’11 febbraio 2015: per la Certificazione Unica servono correttivi!

Pubblicato il 11 febbraio 2015

archivio rapporti finanziari: dal 2016 scadenza unificata al 15 febbraio per le comunicazioni; Certificazione Unica 2015: occorrono correttivi; split payment: chiarito l’ambito soggettivo; privacy: niente informazioni sulla salute nelle attestazioni dell’ospedale; omessi versamenti: fa fede il CUD, non basta presentare il modello 770; appalto interno: conseguenze per la mancanza del Duvri

 

Indice:

1) Archivio rapporti finanziari:  dal 2016 scadenza unificata al 15 febbraio per le comunicazioni

 2) Certificazione Unica 2015: occorrono correttivi

 3) Split payment: chiarito l’ambito soggettivo

 4) Privacy: niente informazioni sulla salute nelle attestazioni dell’ospedale

 5) Omessi versamenti: fa fede il CUD, non basta presentare il modello 770

 6) Appalto interno: conseguenze per  la mancanza del Duvri

 

 

1) Archivio rapporti finanziari: dal 2016 scadenza unificata al 15 febbraio per le comunicazioni

Archivio rapporti, le comunicazioni mensili entrano in Sid: fissato il calendario per l’invio dei dati 2013 e 2014. Dal 2016 scadenza unificata al 15 febbraio.

Strada unica e stesse regole per l’invio dei dati all’Archivio dei rapporti. Le comunicazioni mensili e annuali delle informazioni finanziarie e dei dati contabili rilevati dal 1° gennaio 2016 viaggeranno con un tracciato unificato attraverso l’infrastruttura Sid. Lo stabilisce il provvedimento firmato il 10 febbraio 2015 dal Direttore dell’Agenzia, che fissa inoltre rispettivamente al 28 febbraio 2015 e al 29 maggio 2015 il termine per l’invio dei dati annuali 2013 e 2014 e porta al 15 febbraio dell’anno successivo la deadline ordinaria.

Comunicazioni mensili e annuali, l’unica via è il Sid

Niente più doppio binario, dunque, per l’invio delle comunicazioni mensili e annuali all’Archivio dei rapporti da parte degli intermediari: dal 1° gennaio 2016 i dati, già definiti con i provvedimenti precedenti, viaggeranno tramite Sid, l’infrastruttura che garantisce alti standard di sicurezza approvati dal Garante per la Protezione dei dati personali, grazie ad un nuovo tracciato che unifica criteri e regole di segnalazione delle informazioni. Allo stato attuale, invece, gli intermediari effettuano, per lo stesso rapporto, due diverse comunicazioni: mensilmente, tramite Entratel o Fisconline, e annualmente, tramite Sid. Il Provvedimento del 10 febbraio 2015 specifica inoltre che, con il nuovo sistema, le segnalazioni mensili conterranno anche il codice univoco del rapporto oltre alle informazioni del tipo e natura e dei soggetti collegati.

Pronto il calendario per gli invii

Confermati i termini di aggiornamento delle informazioni mensili, previste dai provvedimenti istitutivi dell’Archivio. Quanto ai dati annuali, gli operatori hanno tempo fino al prossimo 28 febbraio per l’invio di quelli relativi al 2013 e fino al 29 maggio 2015 per quelli relativi al 2014. A regime, la comunicazione andrà effettuata, tramite il Sid e un unico tracciato, entro il 15 febbraio dell’anno successivo a quello cui si riferiscono le informazioni. Quanto alle variazioni delle informazioni annuali e mensili, per garantire il consolidamento dei dati presenti nell’Archivio dei rapporti, non saranno consentite quelle arrivate oltre 90 giorni dai termini o dalla ricezione degli esiti di elabora