Diario quotidiano del 6 febbraio 2015: è pronto il software per inviare la Certificazione Unica

 

Indice:
 1) Se manca la precisione la cartella esattoriale è nulla
 2) Convenzione tra Inps e Caf per la certificazione ISEE dell’anno 2015
 3) Split payment: intervento di Assonime
 4) Fondo di garanzia per le PMI esteso: decreto pubblicato in G.U.
 5) Lavoratori dipendenti: prorogato l’accesso al trattamento straordinario di integrazione salariale
 6) Rimborso spese sostenute dai professionisti
 7) Certificazione Unica, online il software di compilazione: invio telematico dei dati entro il 9 marzo
 8) Deduzione accantonamenti Tfm

 
 
1) Se manca la precisione la cartella esattoriale è nulla
Cartella con imprecisione da “cestinare”. E’ nulla la cartella di pagamento piena di imprecisioni tanto da rendere poco comprensibile la pretesa del fisco. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 1952 del 4 febbraio 2015. I giudici di legittimità, rigettando il ricorso dell’Agenzia delle entrate, hanno confermato il verdetto espresso dalla Ctr del Piemonte che aveva annullato l’atto dell’Amministrazione finanziaria poiché pieno di errori e imprecisioni.
Per i giudici era necessaria, tra l’altro, una maggiore chiarezza sui criteri usati per l’applicazione dell’aliquota. Sul punto Piazza Cavour ha chiarito, quanto all’art. 7, primo comma, Statuto dei diritti del contribuente esso prescrive che «gli atti dell’amministrazione finanziaria sono motivati secondo quanto prescritto dall’articolo 3 della legge 7 agosto 1990, n. 241, concernente la motivazione dei provvedimenti amministrativi, indicando i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che hanno determinato la decisione dell’amministrazione».Sgravio della cartella provvisorio: la pretesa tributaria non “cessa”
L’esecuzione di una sentenza non definitiva non fa abbandonare la materia del contendere. Si vuole semplicemente darne attuazione per evitare eventuali ulteriori spese e atti.
La Ctr non può dichiarare la cessazione della materia del contendere, se lo sgravio della cartella è stato operato solo per dare esecuzione alla sentenza di primo grado favorevole al contribuente.
Con tale comportamento, infatti, si vuole semplicemente dare spontanea esecuzione alla sentenza, cercando di evitare eventuali ulteriori spese di precetto e dei successivi atti esecutivi.
Di conseguenza, non è legittima, in questi casi, la pronuncia che dichiari la cessazione della materia del contendere, la quale presuppone un accordo tra le parti ovvero che le stesse si diano reciprocamente atto del sopravvenuto mutamento della situazione sostanziale dedotta in giudizio e sottopongano al giudice conclusioni conformi in tal senso.
È questo il principio di diritto ribadito dalla Cassazione, con l’ordinanza n. 918 del 20 gennaio 2015, che ha accolto sul punto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate.
 
 
2) Convenzione tra Inps e Caf per la certificazione ISEE dell’anno 2015
Il messaggio dell’Inps 903 del 5 febbraio 2015 è relativo alle istruzioni operative sullo schema di convenzione tra l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ed i Centri di assistenza fiscale (CAF) per l’attività relativa alla certificazione ISEE per l’anno 2015.
Con la determinazione n.1 del 22 gennaio 2015, il Commissario Straordinario ha approvato lo schema di convenzione (all. 1) tra l’INPS e i CAF per l’attività relativa alla certificazione ISEE per l’anno 2015.
Ogni centro di assistenza fiscale (CAF) di cui all’art. 3, comma 3, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, se in possesso dei prescritti requisiti, ha facoltà di stipulare una convenzione con l’INPS secondo lo schema allegato.
La stipula delle convenzioni di cui al…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it