Le procedure di controllo sugli appalti pubblici

di Marco Castellani

Pubblicato il 21 gennaio 2015

dal 2015 sono aumentate le procedure di controllo sugli appalti pubblici: il rating di legalità, il ruolo dell'ANAC...

Erogazione di contributi alle associazioni

La Sezione Lombardia della Corte dei conti nella Deliberazione n. 333/2014 del 27 novembre 2014, illustrando il quadro normativo delle condizioni necessarie a legittimare il finanziamento da parte delle amministrazioni locali dell’attività degli enti no-profit, offre un panorama organico degli elementi che gli enti devono considerare nell’erogazione di contributi ad iniziative di privati secondo logiche di esercizio della cosiddetta “sussidiarietà orizzontale”.

Nello specifico i giudici della Sezione sono del parere che, ai fini della motivazione dell’erogazione, la verifica dei bilanci dei soggetti beneficiari può essere opportuna, in particolare, per analizzare l'attività complessiva dell'ente ed appurare così che questa sia idonea a perseguire le finalità istituzionali. È invece da escludere, nel caso in cui il contributo si manifesti in un mero rimborso di "spese vive" (a piè di lista) da parte di enti che palesemente sono idonei al perseguimento delle finalità sussidiarie.

https://servizi.corteconti.it/bdcaccessibile/ricercaInternet/doDettaglio.do?id=4770-03/12/2014-SRCLOM



Servizio di tesoreria

La Sezione di controllo per la Puglia della Corte dei conti nella Delibera n. 205/2014 del 21 novembre 2014 ritiene legittima la previsione da parte di un Comune di un corrispettivo per l'affidamento del suo servizio di tesoreria mediante una gara affidata da realizzare adottando il sistema dell'offerta economicamente più vantaggiosa, anche in assenza di una preventiva gara per la gestione gratuita dello stesso.

Nella Delibera i giudici contabili precisano tuttavia che, vista la peculiarità del servizio, occorrerà comunque «valorizzare i connessi aspetti qualitativi ed economici diversi dal prezzo (es. tasso passivo previsto sulle eventuali anticipazioni di tesoreria, tasso attivo sulle giacenze di cassa, ecc.) e, naturalmente, eventuali offerte di gratuità del servizio. La gratuità del servizio, infatti, pur non costituendo un elemento necessario ai fini della aggiudicazione del servizio di tesoreria, rappresenta un elemento di fondamentale importanza e deve essere adeguatamente valorizzato in sede di individuazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa».

https://servizi.corteconti.it/bdcaccessibile/ricercaInternet/doDettaglio.do?id=4899-09/12/2014-SRCPUG



Obblighi di trasmissione dei dati all’ANAC

L’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) con Comunicato del suo Presidente del 10 dicembre 2014 rende noto che in attuazione delle disposizioni di cui agli articoli 9, comma 7 e 10, commi 3 e 4, lettere a) e b) del D.L. n. 66/2014, convertito dalla Legge n. 89/2014 (Decreto Irpef), è stata pubblicata sul sito della Autorità la Deliberazione approvata dal Consiglio del 26 novembre 2014 contenente le modalità operative con le quali le amministrazioni aggiudicatrici potranno assolvere ai seguenti obblighi:

  • trasmissione dei dati relativi all’acquisto di beni e servizi necessari per la successiva pubblicazione da parte dell’ANAC dei pr