I sempre nuovi vincoli ai costi del personale

Limiti al turn over e cessazione di personale in part time
La Sezione regionale di controllo della Lombardia della Corte dei conti nella Deliberazione n. 347/2014/PAR del 9 dicembre 2014, facendo riferimento ad un vasto orientamento giurisprudenziale sulla questione (fra le altre, la Sezione Autonomie nelle Deliberazioni n. 27/2013 e 25/2014), ritiene che la quantificazione dei risparmi derivanti da cessazioni di dipendenti di ruolo a tempo parziale, ai fini dell’articolo 3, comma 5, del D.L. n. 90/2014, convertito con Legge n. 114/2014 (cosiddetto Decreto PA-Madia), non può consistere nella spesa teorica relativa alla cessazione di un rapporto di impiego a tempo pieno, dovendo invece tenere necessariamente in considerazione la spesa effettiva.
https://servizi.corteconti.it/bdcaccessibile/ricercaInternet/doDettaglio.do?id=5042-16/12/2014-SRCLOM

Conferimento e revoca di incarichi dirigenziali
La sentenza della Corte di Cassazione 30 ottobre 2014, n. 23062 si pronuncia sull’inquadramento giuridico degli atti di conferimento e revoca degli incarichi dirigenziali presso le pubbliche amministrazioni. I giudici della Cassazione fanno presente che invero l’intera materia degli incarichi dirigenziali nelle Amministrazioni statali è retta dal diritto privato e l’atto di conferimento è espressione del potere di organizzazione che, nell’ambito delle leggi e degli atti organizzativi di cui all’articolo 2, primo comma, del D.Lgs. n. 29/1993 e successive modifiche, è conferito all’Amministrazione dal diritto comune. Da ciò consegue che, se gli atti di conferimento e revoca degli incarichi sono ascrivibili al diritto privato, essi non possono che essere assoggettati ai principi fondamentali dell’autonomia privata e, in primo luogo, alla regola della normale irrilevanza dei motivi e non sono soggetti alle disposizioni della Legge n. 241/1990 sui procedimenti amministrativi, né ai vizi propri degli atti amministrativi.
http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20141031/snciv@sL0@a2014@n23062@tS.clean.pdf

Impossibilità di integrazione del fondo per il trattamento accessorio con somme spettanti ai dipendenti pubblici componenti degli organi di amministrazione delle società partecipate
La Sezione per la Lombardia della Corte dei conti nella Deliberazione n. 325/2014/PAR del 25 novembre 2014 chiude alla possibilità prospettata da un Comune di “incrementare il fondo per il finanziamento del trattamento economico accessorio, che andrebbe a vantaggio dei dipendenti non incaricati di posizioni organizzativa, in misura pari alla somma percepita dal Comune a titolo di compenso per la partecipazione alle riunioni del Consiglio di Amministrazione di società partecipata di una propria dipendente”, in deroga al limite imposto dall’art. 9, comma 2-bis, del D.L. n. 78/2010, convertito dalla Legge n. 122/2010.
https://servizi.corteconti.it/bdcaccessibile/ricercaInternet/doDettaglio.do?id=4750-02/12/2014-SRCLOM

Conferimento di incarichi ex articolo 110 TUEL e limiti al lavoro flessibile
La Sezione Lombardia della Corte dei conti nella Deliberazione n. 328/2014/PAR del 27 novembre 2014 permette ad un Comune privo di dirigenti di ricoprire i posti di organico di responsabile di servizio non dirigente ai sensi della vigente formulazione dell’articolo 110, comma 1, del TUEL, dovendo tuttavia rispettare il tetto della spesa effettuata per rapporti di lavoro diversi da quelli a tempo indeterminato, imposto alle pubbliche amministrazioni dall’articolo 9, comma 28, del D.L. n.. 78/2010, convertito dalla Legge n. 122/2010, come modificato dall’articolo 11, comma 4-bis, del D.L. n. 90/2014, convertito dalla Legge n. 114/2014 (Decreto PA-Madia).
https://servizi.corteconti.it/bdcaccessibile/ricercaInternet/doDettaglio.do?id=4758-02/12/2014-SRCLOM

Lavoro interinale e …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it