Manuale SOA: modalità di documentazione dei lavori privati e delle cessioni

È stato pubblicato dall’ANAC, Autorità Nazionale Anticorruzione, il manuale sulla attività di qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro, che aggiorna, integra e razionalizza i vari atti emanati dall’Autorità (Determinazioni, Comunicati e Deliberazioni) negli ultimi 15 anni, dal 1999 ad oggi, sul tema. Il manuale entrerà in vigore dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Il manuale individua criteri rigorosi per l’utilizzo delle cessioni di rami di azienda ai fini del rilascio dell’attestato di qualificazione; fornisce elementi dettagliati e stringenti per la valutazione dei lavori privati; introduce verifiche più puntuali ai fini dell’accertamento dell’indipendenza di giudizio delle SOA e della vigilanza sulla loro attività.
Si ritiene utile riepilogare in questa sede i soli aspetti di diretto interesse delle imprese che devono qualificarsi. Ai fini della qualificazione SOA, sarà necessaria la massima attenzione delle imprese sulla documentazione raccolta a comprova dei lavori eseguiti per committenti privati e sui nuovi presupposti che consentono l’ottenimento della qualificazione a seguito di cessione d’azienda.
Il manuale rappresenta un’importante iniziativa a favore dell’omogeneità e trasparenza della qualificazione SOA, da sempre elementi che favoriscono una libera e sana concorrenza tra le imprese esecutrici di lavori pubblici. Sotto questo profilo non è prevista alcuna novità per quanto riguarda, tra i tanti temi trattati, le verifiche antimafia (p. 125) che la SOA deve effettuare, che comprendono tutti i soggetti previsti dalla vigente legislazione antimafia (D.lgs. n. 159/2011), e non solo quelli dell’art. 38 del Codice dei contratti (D.lgs. n. 163/2006); nessuna novità è, altresì, prevista sul concordato preventivo c.d. “in bianco” (p. 141), che porta alla decadenza dell’attestato; nessuna novità infine per i direttori tecnici della categoria OG2, ove è confermata la necessità del titolo di architetto o il laureato in conservazione dei beni (p. 151). Rimangono, infine, immutate le modalità di calcolo della qualificazione in OG11 (p. 159) e per l’incremento convenzionale premiante (p. 270), nonché per il divieto di ricorrere al comodato per l’acquisizione di requisiti di qualificazione (p. 250).

Novità
Il manuale non si limita a ordinare la copiosa produzione di determinazioni e comunicati che in passato si erano sommate (e in alcuni casi sovrapposte) per dare precise indicazioni operative alle SOA, ma individua principalmente tre punti critici del sistema SOA: l’indipendenza della SOA, i lavori privati e le cessioni d’azienda. Tralasciando il primo argomento, nel complesso emerge una precisa volontà dell’Autorità che esamina ognuno dei suddetti punti, individuando per ciascuno di essi l’elemento di debolezza e le corrette modalità operative cui devono attenersi le imprese in sede di istanza di attestazione e le SOA in sede di verifica dei requisiti. Il risultato è una forte “stretta” sulle future qualificazioni. Tuttavia, rispetto alla bozza di manuale diffusa in un primo momento, l’ANAC ha recepito alcune considerazioni espresse dalle associazioni di categoria dirette ad evidenziare taluni punti critici. Nella nuova stesura del manuale hanno, infatti, trovato risposta le osservazioni proposte, mediante le seguenti precisazioni:

il riscontro dei requisiti generali non può essere disgiunto da una conferma, che potrà arrivare anche attraverso il meccanismo del silenzio assenso; diversamente, potrebbe essere messa in dubbio la compatibilità tra i tempi di attestazione, previsti dal Regolamento, e i tempi medi di risposta dei …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it