Enti locali: attenzione ad IVA ed addizionale IRPEF

di Fabio Federici

Pubblicato il 18 dicembre 2014

i Comuni devono fare attenzione alla gestione dei propri crediti IVA (dopo gli ultimi pareri dell'Agenzia delle Entrate) e alle tempistiche per le delibere relative all'addizionale IRPEF

Utilizzo del credito IVA

Nella risoluzione n. 99/E del 11 novembre 2014 l'Agenzia delle Entrate si pronuncia sulle possibilità di modifica da parte di un soggetto contribuente (Comuni compresi) delle scelte operate in sede di presentazione del modello TR in merito alle modalità di utilizzo infrannuale del credito IVA (in compensazione o tramite richiesta di rimborso).

L’Agenzia apre alla possibilità per il contribuente di rettificare il modello TR, validamente e tempestivamente presentato ai sensi dell’articolo 8 del D.P.R. n. 542/1999, anche una volta decorso il termine di presentazione della “correttiva nei termini” (ossia, l’ultimo giorno del mese successivo al trimestre di riferimento), chiedendo l'utilizzo in compensazione di una somma già richiesta a rimborso, previa verifica con l’ufficio territorialmente competente che non sia già stata conclusa la fase istruttoria e non sia stata validata la disposizione di pagamento ed a condizione che il credito non sia già stato utilizzato in compensazione. Nel caso di avvenuta validazione della disposizione di pagamento la rettifica non è consentita. Dato che le richieste con il modello TR devono trovare corretta indicazione nella dichiarazione IVA, la rettifica del modello TR non può essere esercitata dopo la data di presentazione della dichiarazione IVA relativa all’esercizio.

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/risoluzioni/archivio+risoluzioni/risoluzioni+2014/novembre+2014+risoluzioni/risoluzione+n+99e+del+11+novembre+2014/RIS+99e+del%2711+11+2014.pdf



Addizionale comunale IRPEF

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 28 novembre 2014 Il D.Lgs. del 21 novembre 2014 n. 175, recante la