IMU: le mosse per arrivare preparati al calcolo del saldo di dicembre 2014

di Nicola Forte

Pubblicato il 25 novembre 2014

il mese di dicembre rappresenta per i professionisti un periodo che, come ogni anno, si caratterizza per le numerose scadenze: a metà mese torna la IMU-TASI; attenzione ai possibili trabocchetti relativi a questa scadenza!

Il mese di dicembre rappresenta per i professionisti un periodo che, come ogni anno, si caratterizza per le numerose scadenze. Si inizia dal 1 dicembre (il 30 novembre cade di domenica), con il termine previsto per il versamento della seconda (o unica) rata Irpef, Ires ed Irap, oltre ai contributi dovuti dagli autonomi. Si prosegue con la scadenza del 16 dicembre prevista per il versamento del saldo TASI, IMU, fino ad arrivare al successivo giorno 27 quando subito dopo Natale i contribuenti saranno chiamati alla cassa per versare l’acconto Iva ove dovuto.

Per quanto riguarda la TASI e l’Iva il quadro di riferimento è be delineato. La tassa sui servizi indivisibili ha interessato per la prima volta il periodo di imposta 2014, ma ad oggi buona parte dei Comuni ha già deliberato stabilendo aliquote e detrazioni di imposta. I contribuenti sono così già in grado di effettuare il calcolo di quanto dovuto a saldo.

Lo stesso dicasi per gl