Diario quotidiano del 28 novembre 2014: è nullo l'accertamento da studi di settore sperimentali

 

 Indice:
 1) E’ nullo l’accertamento sugli studi di settore sperimentali
 2) Lavoro autonomo occasionale: necessita la valida documentazione di natura fiscale
 4) Tassa sulle concessioni governative per il rilascio della licenza di pesca professionale marittima
 5) L’8 per mille dell’Irpef anche alle scuole: pubblicate nella G.U. le modifiche al regolamento
 6) Scuole: illegittima la reiterazione dei contratti a termine oltre i 36 mesi
 7) Ecco gli indici di subordinazione nel contratto di collaborazione
 8) Enti non commerciali: novità dalla Legge di stabilità per il 2015
 9) Aggiornamento in ordine alle misure adottate nell’ambito del regime TIR dall’Amministrazione doganale russa.
 10) Jobs act: ok commissione Senato, DDL non cambia

 
 
1) E’ nullo l’accertamento sugli studi di settore sperimentali
E’ nullo l’accertamento eseguito nei confronti dei professionisti basato sugli studi di settore sperimentali. Non sono quindi utilizzabili gli standard elaborati da Gerico 2001.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che, con la sentenza n. 25099 del 26 novembre 2014, ha accolto il ricorso del titolare di un piccolo studio. In altri termini l’Ufficio può emettere l’atto impositivo solo sulla base di parametri già definitivi. Ribaltando la decisione della Ctp e della Ctr di Milano, la sezione tributaria ha quindi chiarito che rispetto alla modalità ordinaria di applicazione degli studi di settore nei confronti della generalità dei contribuenti, quelli concernenti le professioni, anche non contabili, si caratterizzarono per essere sperimentali, secondo una scelta apparsa plausibile tenuto conto delle difficoltà intrinseche nel giungere alla determinazione di una soglia di compensi congrua per le peculiarità proprie dell’attività professionale (ed affine, come nella specie qui decisa), nonché della concertazione tra Albi (od organizzazioni equivalenti) ed Amministrazione finanziaria.
Ciò spiega la ratio di una disposizione per la quale i compensi e gli indici di coerenza risultanti (allora) dalla versione di Ge.ri.co. 2001 non potevano essere utilizzati direttamente nei confronti dei professionisti e assimilati per fondare un accertamento da studi di settore, per il periodo di sperimentazione.La Cassazione ha chiuso il sipario sulla vicenda decidendo nel merito e dichiarando nullo l’avviso di accertamento ricevuto dal contribuente.
 
2) Lavoro autonomo occasionale: necessita la valida documentazione di natura fiscale
Lavoro autonomo occasionale: Non è lavoro nero solo se, in sede ispettiva, venga rivenuta la valida documentazione di natura fiscale.
Lo ha precisato di recente il Ministero del Lavoro (si veda la nota n. 16920 del 9 ottobre 2014). Peraltro, si ricorda che la materia sarà presto modificata da parte del Legislatore.
Ma come si fa a dimostrare tutto questo: E’, dunque, opportuno procedere con brevi considerazioni in materia di lavoro autonomo occasionale ex art. 2222 c.c., norma fondante del lavoro autonomo.
In base a tale disposizione, si definisce contratto d’opera un rapporto nel quale “una persona si obbliga a compiere dietro un corrispettivo un’opera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione”.
Riguardo all’occasionalità, si deve fare riferimento ad una disposizione prettamente tributaria, inserita nell’art. 5, co. 1 D.P.R. n. 633/72 (Legge Iva): l’occasionalità deriva dallo svolgimento non abituale di un attività professionale, che farebbe scattare l’obbligo di apertura di posizione Iva.
Analizzandone le condizioni di utilizzo, è bene precisare quanto segue:
– nel lavoro autonomo occasionale non possono essere …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it