Il rimborso trimestrale del credito IVA, guida pratica

Premessa generale
Con provvedimento del 19 settembre 2014, l’Agenzia delle Entrate ha approvato le istruzioni per la compilazione del modello IVA TR e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati.
L’aggiornamento si è reso necessario per adeguare le istruzioni alle disposizioni introdotte dal decreto del MEF del 10 luglio 2014, che ha individuato una ulteriore categoria di contribuenti per i quali i rimborsi ex art. 38-bis del decreto IVA sono eseguiti in via prioritaria.
In particolare, il D.M. 10 luglio 2014 ha stabilito che l’erogazione dei rimborsi in via prioritaria entro tre mesi dalla richiesta di rimborso dell’eccedenza d’imposta detraibile, si applica, a partire dalla richiesta relativa al terzo trimestre dell’anno d’imposta 2014, agli operatori economici titolari del codice di classificazione delle attività economiche ATECO2007 30.30.09 (fabbricazione di aeromobili, di veicoli spaziali e dei relativi dispositivi.
Pertanto, entro il prossimo 31 ottobre 2014, al verificarsi di determinate condizioni, i contribuenti possono presentare il Modello TR per chiedere il rimborso, oppure utilizzare in compensazione, il credito IVA del terzo trimestre 2014 se di importo superiore a 2.582,28 euro (l’istanza è necessariamente da presentarsi in via telematica).
LA PRESENTAZIONE DEL MODELLO TR
Il credito IVA che si realizza trimestralmente può essere utilizzato in compensazione/rimborso se si è in possesso di determinati requisiti come disposto dall’art. 30, c. 3, DPR 633/1972.
L’ammontare del rimborso (compensazione) è pari all’eccedenza detraibile maturata nel trimestre e pertanto vanno esclusi dal conteggio il credito IVA derivante dal precedente trimestre e gli eventuali versamenti intermedi effettuati dai soggetti mensili nei primi due mesi del trimestre di riferimento.
L’istanza, da trasmettere in via telematica, va compilata utilizzando il modello TR, nell’ultima versione approvata dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 26 marzo 2014, da inviare entro l’ultimo giorno del mese successivo al trimestre di riferimento (31 ottobre in relazione al terzo trimestre).
 
Tale modello si compone di un frontespizio nel quale indicare i dati identificativi del contribuente e il periodo di riferimento e dei seguenti quadri:
– quadri TA, TB, TC, per l’indicazione dei dati contabili relativi a operazioni attive, passive, e per la determinazione del credito;
– quadro TD, per l’indicazione dei presupposti alla base del rimborso e l’indicazione degli importi da utilizzare in compensazione;
-quadro TE, riservato all’ente o società controllante per la richiesta di rimborso o l’utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale del gruppo.
ALCUNE CATEGORIE PRIVILEGIATE PER LA CORSA AL RIMBORSO
La norma attribuisce al Ministero dell’Economia la facoltà di individuare specifiche categorie di contribuenti per i quali i rimborsi IVA, sia annuali che trimestrali, sono eseguiti in via prioritaria rispetto agli altri richiedenti, entro tre mesi dalla richiesta.
 
Le categorie di contribuenti ammesse al rimborso prioritario allo stato attuale sono le seguenti:
-subappaltatori edili che effettuano in misura prevalente prestazioni di servizi con applicazione del meccanismo dell’inversione contabile ;
-operatori economici che svolgono attività di recupero e preparazione per il riciclaggio di cascami e rottami metallici;
-produttori di zinco, piombo, stagno e semilavorati;
-produttori di alluminio e semilavorati;
-il D.M. 10 luglio 2014 ha esteso tale agevolazione (con decorrenza dal terzo trimestre dell’anno 2014 ) anche ai produttori di aeromobili, veicoli spazialie relativi dispositivi.
Per beneficiare del rimborso prioritario dell’imposta è necessario che, al momento della richiesta, siano verificati i seguenti …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it