Diario quotidiano dell’1 ottobre 2014: diminuiscono i ricorsi tributari

Pubblicato il 1 ottobre 2014

finanziamenti per la digitalizzazione delle PMI; crediti verso P.A.: entro il 31 ottobre 2014 deve essere presentata l’istanza per la certificazione dei crediti; scheda carburante senza firma: niente detrazione Iva; se la consulenza è sospetta non è deducibile il costo sostenuto; l’Agenzia delle entrate partecipa al BuyGreen; commercio elettronico: tutto pronto per registrarsi al Moss; contenzioso tributario: diminuiscono i ricorsi; spese per fitti indeducibili se manca “certezza” nel contratto

 

Indice:

 1) Finanziamenti per la digitalizzazione delle PMI

 2) Crediti verso P.A.: entro il 31 ottobre 2014 deve essere presentata l’istanza per la certificazione dei crediti

 3) Scheda carburante senza firma: niente detrazione Iva

 4) Se la consulenza è sospetta non è deducibile il costo sostenuto

 5) L’Agenzia delle Entrate partecipa al BuyGreen

 6) Commercio elettronico: tutto pronto per registrarsi al Moss

 7) Contenzioso tributario: diminuiscono i ricorsi

 8) Spese per fitti indeducibili se manca “certezza” nel contratto

 

1) Finanziamenti per la digitalizzazione delle PMI

Partono i finanziamenti per la digitalizzazione delle PMI previsti dal piano “Destinazione Italia”. Mise e Mef hanno firmato il decreto, che consente a micro, piccole e medie imprese di ottenere un voucher fino a 10mila euro per l’acquisto di software, hardware o servizi per l’E-commerce.

Il decreto attuativo, firmato dal ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi e da quello dell’Economia Pier Carlo Padoan, detta le regole tecniche per l’erogazione dei contributi a fondo perduto per un totale di 100 milioni di euro (saranno quindi minimo 10mila le aziende coinvolte).

Si tratta di fondi, si legge nel decreto, che dovranno essere destinati all’acquisto di software, hardware o servizi che consentano il miglioramento dell’efficienza aziendale; la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, tale da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità, tra cui il telelavoro; lo sviluppo di soluzioni di E-commerce; la connettività a banda larga e ultralarga; il collegamento a Internet (anche mediante tecnologia satellitare); la formazione qualificata, nel campo Ict, del personale. Per presentare la domanda le imprese dovranno disporre di un indirizzo di posta elettronica e della firma digitale del legale rappresentante o di un suo delegato.

L’erogazione del contributo avverrà in un'unica soluzione, ma in ogni fase il Ministero dello Sviluppo potrà effettuare controlli e ispezione al fine di verificare l’effettiva acquisizione dei beni o dei servizi oggetto del voucher.

 

 2) Crediti verso P.A.: entro il 31 ottobre 2014 deve essere presentata l’istanza per la certificazione dei crediti

Crediti verso P.A.: Entro il prossimo 31 ottobre deve essere presentata l’istanza per la certificazione dei crediti maturati al 31 dicembre 2013.

Ciò poiché, l’art. 22 comma 7-bis del D.L. 91/2014 ha modific