Comunicazione beni ai soci: oggi scade il termine per l'invio

Entro il 30 ottobre (oggi) devono essere comunicati all’Agenzia delle entrate i beni concessi in uso ai soci, ai familiari e i finanziamenti effettuati dai soci nel corso del periodo di imposta 2013. Le fonti normative dell’obbligo sono rappresentate dall’art. 2 del D.L. n. 138/2011 e da tre provvedimenti di attuazione del Direttore dell’Agenzia delle entrate.
Il primo (n. 166485) è datato 16 novembre del 2011, ma è stato successivamente modificato, con finalità di semplificazione, dai Provvedimenti del 2 agosto 2013, n. 94902 e n. 94904. Il timing della comunicazioni è stato stabilito definitivamente da un ulteriore Provvedimento dell’Agenzia delle entrate n. 54581 del 16 aprile 2014.
Con decorrenza dal periodo di imposta 2013 la comunicazione dei beni utilizzati dai soci e dei finanziamenti deve essere effettuata entro i trenta giorni successivi alla scadenza del termine previsto per l’invio telematico del modello Unico (entro il 30 ottobre successivo). Tale termine è fisso per i soggetti aventi esercizio coincidente con l’anno solare.
La scelta della scadenza non è casuale. Infatti, la finalità di monitoraggio dei beni concessi in godimento ai soci riguarda l’obbligo di dichiarare (al verificarsi di determinate condizioni) del reddito diverso che si è prodotto in capo all’utilizzatore del bene concesso in uso dalla società. Il reddito diverso si configura esclusivamente nell’ipotesi in cui l’eventuale corrispettivo annuo pattuito per la concessione in godimento sia inferiore rispetto al relativo valore di mercato.
L’obbligo di comunicazione riguarda le autovetture e altri veicoli, quali unità da diporto, aeromobili, immobili, ed altri beni quali, ad esempio, cellulari, computer, etc. purché il valore sia superiore a 3.000 euro, al netto dell’Iva.
Sono esclusi dall’adempimento i beni concessi in godimento all’imprenditore individuale, agli amministratori e al socio dipendente o lavoratore autonomo, che costituiscono fringe benefit. Sono altresì esclusi i beni di società ed enti non commerciali di tipo associativo esercenti attività commerciali, concessi in godimento a enti non commerciali soci, che li utilizzano esclusivamente per fini istituzionali. Inoltre la comunicazione non deve essere effettuata per gli alloggi delle società cooperative edilizie di abitazione a proprietà indivisa concessi in godimento ai propri soci.
Qualora si realizzi una differenza negativa tra il corrispettivo annuo dovuto alla società per l’utilizzo del bene ed il valore di mercato del bene stesso, la comunicazione sarà obbligatoria anche laddove il bene sia stato concesso in godimento in anni precedenti, a condizione che ne permanga l’utilizzo nell’anno di riferimento della comunicazione.
Le finalità dell’obbligo sono molteplici. In particolare, si vuole evitare che dietro lo “schermo” societario si “nasconda” l’effettivo proprietario/utilizzatore del bene che risulta formalmente intestato alla società. Il legislatore intende individuare il “proprietario” di fatto del bene sia attribuendo rilevanza reddituale, quale reddito diverso, alla differenza tra il corrispettivo (inferiore) ed il valore di mercato del diritto di godimento del bene, sia a seguito dell’indeducibilità dei costi in capo al proprietario.
Dal punto di vista soggettivo l’obbligo riguarda le imprese individuali, le società di persone, le società di capitali, le cooperative, le stabili organizzazioni di società non residenti e gli enti privati di tipo associativo, limitatamente ai beni della sfera commerciale. Sono invece escluse le società semplici.
Entro la stessa data (30 ottobre) scade il termine per effettuare la …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it