F24 telematici e rateazioni da Unico 2014: attenzione alle nuove regole in vigore da ottobre

dal prossimo mese di ottobre si amplierà l’obbligo di pagare gli F24 per canali telematici, pertanto (in fase di rateizzazione dei debiti da Unico 2014), è opportuno tenere conto delle novità in arrivo

Siamo in fase di consegna delle deleghe F24 per il saldo di Unico2014. E’ probabile che i contribuenti che scelgono di rateizzare gli importi dovuti utilizzino le rateizzazioni nei termini massimi concessi dalla legge.

In questa fase di elaborazione dei pagamenti bisogna ricordarsi che dal prossimo 1 ottobre gli F24 cartacei diventeranno una rarità, in quanto, l’articolo 11 del Decreto Legge n.66 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 95 del 24 aprile 2014) prevede nuove regole per i versamenti eseguiti a mezzo F24 da parte di contribuenti privati (cioè non titolari di partita Iva). In particolare:

  1. se il saldo finale del mod.f24, per effetto di compensazioni, è di importo pari a zero: si dovrà utilizzare esclusivamente i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline);

  2. se si effettua una compensazione e il saldo finale è di importo positivo oppure se l’importo da pagare è superiore a 1.000 Euro senza compensazioni: si dovrà utilizzare esclusivamente i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate o i servizi telematici messi a disposizione dagli intermediari della riscossione convenzionati con l’Agenzia delle Entrate cioè Banche, Poste italiane o agenti della riscossione (servizi di home banking o Cbi).

In pratica nel caso si utilizzi un codice tributo a compensazione (anche parziale in F24) non si potrà più pagare allo sportello e non si potranno più pagare allo sportello F24 di importo superiore a 1.000 euro.

Quindi in fase di predisposizione delle deleghe F24 per i versamenti dovuti in base ad Unico 2014 da parte dei contribuenti privati bisognerà tenere conto delle deleghe da versare in data successiva all’1 ottobre 2014 dovranno seguire i canali telematici e non potranno essere pagate allo sportello dal contribuente.

Se i professionisti decidono di consegnare le deleghe ai propri clienti per far effettuare in proprio i pagamenti dovranno ricordare ai clienti che eventuali versamenti di importo superiore a 1.000 euro dovranno essere fatti obbligatoriamente in via telematica dopo l’1 ottobre.

Ricordiamo che queste novità impattano su tutti pagamenti da effettuare a mezzo F24 dal prossimo mese di ottobre e che quindi bisognerà monitorare il corretto pagamento delle scadenze; per i contribuenti non dotati di partita Iva normalmente si riducono a poche tipologie di versamenti: contributi INPS e pagamenti dovuti a titolo di IMU e TASI.

14 agosto 2014

Luca Bianchi

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it