Diario quotidiano del 23 settembre 2014: la società è di comodo solo se in perdita da 5 anni (e non più 3)

 

Indice:
 1) Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata
 2) Dal 1° ottobre F24 online sopra i 1000 euro e per compensare: chiarimenti delle Entrate
 3) Partito il progetto “@e.bollo”: in pochi mesi sarà possibile pagare online le marche da bollo
 4) D.L. “sblocca Italia”: l’Agenzia delle entrate aggiorna le proprie guide fiscali
 5) Rimborsi Iva sprint per aerei, mezzi spaziali e congegni
 6) IMU: inserimento successivo al 15 settembre 2014 nel portale del federalismo fiscale dei dati relativi ai terreni a destinazione agro-silvo-pastorale
 7) La società è di comodo solo se in perdita da 5 anni (e non più 3)
 8) L’ipoteca esattoriale non ha natura di atto preordinato all’espropriazione
 9) Presentazione telematica delle domande di rate maturate e non riscosse a favore di eredi di pensionati deceduti
 10) Dogane: taratura dei contatori elettrici a 400 Hz per l’accertamento dei prodotti energetici addotti all’impiego agevolato

 
 
1) Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata
Al via il Decreto legislativo recante semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata (secondo esame preliminare).
Il Consiglio dei Ministri del 19 settembre scorso ha esaminato in secondo esame preliminare il Decreto legislativo contenente disposizioni in materia di semplificazioni fiscali, in attuazione dell’articolo 7 della delega di cui alla legge n. 23 dell’11 marzo 2014.
Il provvedimento, ora torna al vaglio delle Commissioni parlamentari competenti per il prescritto parere, poi tornerà all’esame del Consiglio dei Ministri per l’approvazione definitiva. Il testo che è stato oggi esaminato dal Consiglio dei Ministri ha recepito alcune condizioni contenute nel primo parere delle Commissioni parlamentari.
La dichiarazione precompilata
L’introduzione della dichiarazione precompilata realizza una rivoluzione nella gestione del rapporto tra Amministrazione finanziaria e cittadino, che per circa 30 milioni di contribuenti (lavoratori dipendenti e pensionati) inizia già nel 2015.
Attualmente spetta al contribuente l’indicazione dei dati per la compilazione del modello dichiarativo e l’amministrazione finanziaria è chiamata poi ad effettuare le verifiche e a comunicarne gli esiti. Con l’invio della dichiarazione precompilata, invece, è l’Amministrazione finanziaria il soggetto obbligato a raccogliere ed elaborare i dati, al fine di inviarne le risultanze al contribuente, secondo una rigida scadenza temporale. Al contribuente rimane l’obbligo di verificare l’esattezza e la completezza dei dati in possesso dell’Amministrazione finanziaria. Peraltro, l’adozione del modello della dichiarazione precompilata determina una ridefinizione del ruolo oggi svolto dai soggetti che effettuano l’assistenza fiscale del contribuente. Accogliendo una condizione contenuta nel parere della Commissione finanze della Camera, viene precisato che, se la dichiarazione è presentata a un CAF o a un professionista abilitato, i controlli documentali saranno effettuati, mediante richiesta, al soggetto che ha apposto il visto di conformità, anche in relazione ai dati forniti all’Agenzia delle Entrate dai soggetti terzi (banche, assicurazioni, ecc), senza più rivolgersi al cittadino. In tal caso, il CAF o il professionista hanno a disposizione 60 giorni per la trasmissione in via telematica all’Agenzia delle Entrate della documentazione e dei chiarimenti richiesti. Entro lo stesso termine di 60 giorni devono essere versate le somme richieste a seguito dei controlli nei confronti dei suddetti intermediari.
Per l’elaborazione della dichiarazione precompilata, l’Agenzia delle Entrate …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it