Diario quotidiano del 22 settembre 2014: nuovi preavvisi di DURC interno negativo in arrivo dall'INPS

Indice:
1) Ipoteca nulla se manca la comunicazione preventiva
2) Notai del Triveneto: nuovi orientamenti societari
3) Modello 730: entro il 30 settembre si può chiedere al proprio datore di lavoro la rimodulazione dell’acconto Irpef
4) Ammortizzatori in deroga nel settore pesca: assegnazione risorse anno 2014
5) Cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo: dichiarazione reddituale
6) Principali misure fiscali contenute nel c.d. “Decreto Sblocca Italia”
7) Nuovi preavvisi di DURC interno negativo e nuovo calendario di spedizione delle note di rettifica Inps
8) Antiriciclaggio: invio indirizzi pec, adempimento inutile

 
1) Ipoteca nulla se manca la comunicazione preventiva
La Corte di Cassazione, a Sezioni Unite, con la sentenza n. 19667 del 18 settembre 2014, ha stabilito che l’iscrizione dell’ipoteca sui beni immobili del contribuente è nulla, se non viene preceduta dalla comunicazione in cui Equitalia informa che procederà alla suddetta iscrizione.
Tuttavia, tenuto conto della natura reale dell’ipoteca, l’iscrizione eseguita in violazione del predetto obbligo conserva la propria efficacia fino a quando il giudice non ne abbia ordinato la cancellazione, accertandone l’illegittimità.
Dunque, l’atto della riscossione non è inefficace in modo automatico, ma solo a seguito di ricorso del contribuente al giudice e con la sentenza di quest’ultimo che ne ordina la cancellazione.
L’Amministrazione finanziaria, prima di iscrivere ipoteca, ha il dovere di comunicare al contribuente che procederà all’iscrizione sui suoi beni immobili, concedendogli un termine (orientativamente trenta giorni) per esercitare il diritto di difesa, attraverso la presentazione di osservazioni, o per pagare il dovuto. Pertanto, l’ipoteca può dirsi nulla se Equitalia non ha comunicato, con raccomandata A.R., al contribuente, l’iscrizione del vincolo sull’immobile.
 
2) Notai del Triveneto: nuovi orientamenti societari
Il Comitato interregionale dei Consigli notarili delle Tre Venezie ha elaborato dei nuovi orientamenti in materia di atti societari.
Diversi aggiornamenti notarili del Triveneto riguardano il tema delle trasformazioni societarie, come la trasformazione di associazioni non riconosciute, la trasformazione di società con unico socio e la trasformazione di associazioni tra professionisti.
Trasformazione eterogenea di associazioni tra professionisti in società
Con l’introduzione, nel nostro ordinamento, della società tra professionisti (Legge 183/2011 integrata dalla legge 27/2012 e regolamentata dal DM 34/2013), può sussiste la necessità di trasformare gli attuali studi associati in una nuova Stp.
Su tale problematica viene dedicata la Massima K.A. 9 nella quale si evidenzia che, data l’ammissibilità di trasformare anche associazioni prive di personalità giuridica in società personali o di capitali deve ritenersi ammissibile, in quanto contratti meritevoli di tutela secondo l’ordinamento giuridico (ex art. 1322 c.c.) anche la trasformazione di associazione professionale in società tra professionisti.
Il notariato non prende, invece, posizione i merito alla natura degli studi associati.
Nella massima a riguardo ci si limita a evidenziare che:
– se si intende ritenere allo studio associato la natura di associazioni o comunque centri autonomi di imputazione di rapporti giuridici saremo di fronte a una trasformazione eterogenea;
– di contro se si ritiene che le associazioni professionali abbiano natura di società semplice saremo di fronte a una trasformazione progressiva omogenea. In questi casi qualora la società di «approdo» continuasse a essere una società semplice, non saremmo di fronte a una trasformazione ma a una mera modifica dei patti …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it