Diritto societario: le nuove regole introdotte dal Decreto Competitività

Il Decreto Competitività propone alcune semplificazioni in materia di diritto societario che potrebbero aiutare la gestione economica delle imprese: presentiamo una rassegna ragionata di 20 pagine di tali novità e del loro possibile impatto.

 

QUADRO NORMATIVO: in data 24 giugno 2014 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale n. 144, il Decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91 (c.d. “Decreto Competitività”), recante “Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l’efficientamento energetico dell’edilizia scolastica e universitaria, il rilancio e lo sviluppo delle imprese, il contenimento dei costi gravanti sulle tariffe elettriche, nonché per la definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea”.

 

Il provvedimento è entrato in vigore il 25 giugno 2014. Il provvedimento de quo apporta numerose innovazioni alla disciplina giuridica delle società non quotate (con modifiche al Codice Civile), nonché l’attuale assetto normativo delle società aventi titoli negoziati in mercati regolamentati (società quotate, con modifiche al Testo Unico della Finanza – TUF), è stato convertito – con modificazioni – dalla Legge 11 agosto 2014, n. 116 (in S.O. n. 72, relativo alla G.U. 20/8/2014, n. 192).

Tra le novità introdotte dal Decreto-legge (così come confermate in sede di conversione in legge del medesimo) vi rientrano, tra le altre:

  1. la riduzione del capitale sociale minimo per la costituzione delle società per azioni;
  2. l’introduzione della disciplina delle azioni con voto maggiorato (c.d. loyalty shares);
  3. la modifica della determinazione del valore delle azioni in caso di recesso nell’ambito delle società quotate;
  4. la riduzione dei termini per l’esercizio del diritto di opzione;
  5. l’introduzione della nozione di piccole e medie imprese con azioni quotate (pmi quotate) e la nuova disciplina in tema di O.P.A.;
  6. vi) la determinazione di nuovi presupposti per la nomina dell’organo di controllo e del revisore nelle S.r.l.;
  7. la semplificazione della procedura d’iscrizione nel registro delle imprese.

 

Per continuare a leggere l’approfondimento di 20 pagine, scarica il PDF sul tuo PC! (contenuto riservato agli abbonati)

 

Questo articolo era compreso nostra Circolare periodica. Scoprilo!

N. B. L’abbonamento alle circolari di studio è anche compreso nei nostri abbonamenti Plus e Gold.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it