Gerico 2014: la compilazione del quadro G

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 5 agosto 2014

a grande richiesta presentiamo una guida rigo per rigo alla compilazione dei dati contabili dello studio di settore per i liberi professionisti

Premessa generale

Gli esercenti attività professionali sono tenuti alla compilazione del modello studi di settore quadro G che contiene essenzialmente l'indicazione degli elementi strettamente contabili nel modello studi di settore. Di seguito viene fornita una descrizione utile alla compilazione pratica del quadro in oggetto tenendo in considerazione anche i dati contabili contenuti nel quadro RE di riferimento.



ANALISI DEL MODELLO QUADRO G

RIGO STUDIO G01: Compensi professionali percepiti al netto dei contributi dovuti alle rispettive casse di appartenenza. Rientrano anche i compensi rientranti nell'attività principale del Professionista (i.e. compensi per attività di sindaco /Amministratore).

I COMPENSI SONO DA INDICARSI AL LORDO DEL 4% PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA. Rigo riferimento Quadro RE2.



RIGO STUDIO G02: MAGGIORI COMPENSI DERIVANTI DALL'ADEGUAMENTO AGLI STUDI. Rigo riferimento Quadro RE5. Non va indicata in questo rigo la maggiorazione del 3 % dovuta per la differenza da adeguamento agli studi superiore al 10 %.



RIGO STUDIO G03: Risarcimenti danni,proventi per maternità,interessi attivi verso clienti,interessi moratori; compensi per cessione clientela (se la cessione alla clientela risulta incassata tutta nell'esercizio è possibile optare per la tassazione separata e nel caso non rientra nel rigo G03). Rigo Quadro RE3.



RIGO STUDIO G04: Plusvalenze cessione beni mobili acquistati dopo il 04-07-2006 e cessione beni immobili acquistati nel triennio 2007-2009; vanno indicate anche le plusvalenze per i beni destinati al consumo personale. Le cessioni di beni mobili strumentali riferite a cespiti. Rigo Quadro RE 4.



RIGO STUDIO G05: Salari e stipendi, apprendisti, oneri sociali INPS e Inail, TFR, rimborsi a dipendenti,rimborsi indennità chilometriche, spese per la somministrazione di personale. Non sono da ricomprendersi le somme erogate al coniuge e ai figli minorenni o inabili in quanto costi non deducibili per il professionista (sono deducibili i soli contributi previdenziali e assistenziali dei familiari).



RIGO STUDIO G06: Compensi CO.CO.CO, rimborsi ai Co.co.co., compresi i 2-3 di Contributi INPS. Non sono deducibili i compensi erogati ai familiari del professionista (possono essere dedotti i soli contributi previdenziali). Rigo Quadro RE11.



RIGO STUDIO G07: Compensi