Diario quotidiano del 3 luglio 2014: registrazione dei contratti di locazione: si cambia!

Pubblicato il 3 luglio 2014

anno 2014: riduzione contributi agricoli per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali; dogane: invio delle dichiarazioni annuali per l’energia elettrica riammesse nei termini; voluntary disclosure: la decorrenza dei termini non blocca la contestazione; cedolare secca e affitto: aggiornate le istruzioni al Modello RLI; cosa succede se manca la PEC nel processo tributario; camere di commercio: diritto annuale in scadenza al 7 luglio 2014; già pronto lo schema di D.M. con le procedure per l'attuazione del FATCA; aggiornamento in ordine alle misure adottate nell’ambito del regime TIR dall’Amministrazione doganale russa

 

 Indice:

 1) Anno 2014: riduzione contributi agricoli per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali

 2) Dogane: invio delle dichiarazioni annuali per l’energia elettrica riammesse nei termini

 3) Voluntary disclosure: la decorrenza dei termini non blocca la contestazione

 4) Cedolare secca e affitto: aggiornate le istruzioni al Modello RLI

 5) Cosa succede se manca la PEC nel processo tributario

 6) Camere di commercio: diritto annuale in scadenza al 7 luglio

 7) Già pronto lo schema di D.M. con le procedure per l'attuazione del FATCA

 8) Aggiornamento in ordine alle misure adottate nell’ambito del regime TIR dall’Amministrazione doganale russa

 

 

1) Anno 2014: riduzione contributi agricoli per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali

L’Inps, con la circolare n. 83 del 1° luglio 2014, e l’Inail, con la circolare n. 32 del 1° luglio 2014, comunicano le modalità applicative circa la riduzione, per il 2014, dei contributi agricoli per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

L’art. 1, comma 128, della Legge 147/2013 ha disposto che con effetto dal 1º gennaio 2014, con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, su proposta dell’Inail, tenendo conto dell’andamento infortunistico aziendale, è stabilita la riduzione percentuale dell’importo dei premi e contributi dovuti per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, da applicare per tutte le tipologie di premi e contributi oggetto di riduzione, nel limite complessivo di un importo pari a 1.000 milioni di euro per l’anno 2014, 1.100 milioni di euro per l’anno 2015 e 1.200 milioni di euro a decorrere dall’anno 2016.

La stessa legge ha inoltre stabilito che la riduzione è applicata nelle more dell’aggiornamento delle tariffe dei premi e contributi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e che detto aggiornamento dovrà essere operato distintamente per singola gestione assicurativa, tenuto conto dell’andamento economico, finanziario e attuariale registrato da ciascuna di esse e garantendo il relativo equilibrio assicurativo.

Per il 2014, sulla base delle elaborazioni della Consulenza statistico attuariale dell’Inail, la misura della riduzione percentuale dell’i