L’utilizzo dello scudo fiscale, i canoni di locazione impagati, la validità dello statuto del contribuente…


CTR di Roma, Sez. n. 22, Sent. n. 76/22/2013, dep. 04/03/2013, Presidente Mongiardo, Relatore Macaluso-Iadecola/ Agenz.Dir. Prov. Uff. Controlli Roma 2.

Accertamento liquidazione controlli; IRPEF; Canoni di locazione non percepiti per avvio di procedura di sfratto; Dichiarazione; Devono essere indicati e poi chiedere rimborso

Si deve sempre indicare nella dichiarazione dei redditi l’importo complessivo dei canoni di locazione anche quando non siano stati corrisposti da parte del conduttore nei cui confronti era stata già avviata la procedura di convalida di sfratto per, poi, vantare nei confronti dell’Amministrazione Finanziaria un credito pari ai canoni non percepiti.

Riferimenti normativi: DPR n. 917/1986, art. 23 come modificato dalla L. n. 431/1998, art. 8, c. 5.

CTR di Roma, Sez. n. 4, Sent. n. 92/4/2013, dep. 06/03/2013, Presidente Falascina, Relatore Maisto

Tributi erariali indiretti; Registro; Sentenza; Acquirente coinvolto occasionalmente; Obbligazione solidale; Esclusione; Criteri

Quando si tratta di litisconsorzio facoltativo, l’obbligazione solidale non grava indiscriminatamente su tutti coloro che abbiano preso parte al procedimento (occasionalmente unico), dovendo restare distinta la causa (scindibile) che riguarda una parte, dall’altra causa che riguarda le altre parti.

Nella specie l’appellante, acquirente dell’immobile, era stato occasionalmente coinvolto in una causa di risarcimento danni.

Riferimenti normativi: DPR n. 917/1986, art. 57.

CTR di Roma, Sez. n. 1, Sent. n. 118/1/2013, dep. 27/02/2013, Presidente Lauro, Relatore Panzini

Accertamento liquidazione controlli; IRPEG; IRAP; Violazione termine permanenza verificatori; Conseguenze

La violazione del termine di permanenza (30 giorni più 30 di cui all’art.12 della L. n. 212/2000) dei verificatori presso la sede del contribuente costituisce al massimo un illecito disciplinare dei funzionari e può comportare l’inutilizzabilità degli elementi di prova acquisiti successivamente allo spirare di quel termine.

Riferimenti normativi: L. n. 212/2000, art. 12.

CTR di Roma, Sez. n. 4, Sent. n. 126/4/2013, dep. 07/03/2013, Presidente Liotta, Relatore Lunerti

IVA; Acquisti intracomunitari autoveicoli usati; Regime del margine; Criteri per l’applicazione

Affinché le cessioni degli acquisti intracomunitari di autoveicoli usati possano essere sottoposte al regime del margine, quindi senza addebito IVA, è necessario che il cessionario nazionale faccia una valutazione sull’applicabilità della disciplina agevolativa secondo le regole dell’ordinaria diligenza e in base a elementi oggettivi, fornendo la prove dell’esistenza dei presupposti.

Riferimenti normativi: DL n. 41/1995; art. 1703 c.c.; DPR n. 633/1972, art. 25.

CTR di Roma, Sez. n. 9, Sent. n. 78/9/2013, dep. 20/03/2013, Presidente Patrizi Relatore Lepore

Tributi erariali indiretti; Registro; Interessi di mora relativi a capitale soggetto a IVA; Imposta proporzionale 3%; Legittimità

Gli interessi di mora, pur relativi a una somma capitale soggetta a IVA, sono soggetti all’imposta proporzionale di registro nella misura del 3%.

Riferimenti proporzionali: DPR n. 633/1972, art. 15, c. 1; DPR n. 131/1986, art. 40.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. n. 12906/2007.

CTR di Roma, Sez. n. 38, Sent. n. 40/38/2013, dep. 19/02/2013, Presidente Favaro Relatore Terrinoni

Accertamento liquidazione controlli; IRPEF; IVA; IRAP; Utilizzo scudo fiscale; Prova contraria di residenza all’estero; Esclusione

L’utilizzo della normativa dello scudo fiscale, riservata ai fiscalmente residenti in Italia, vanifica tutti i tentativi di prova contraria di residenza estera da parte del contribuente.

CTR di Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 93/14/2013, dep. 20/02/2013, Presidente Amodio, Relatore Pennacchia

Processo tributario-Ricorsi pendenti alla CTC-Definizione automatica-Criteri

Le controversie tributarie pendenti innanzi alla C.T.C. che originano da ricorsi iscritti a ruolo nel primo grado di giudizio da oltre dieci anni alla data di entrata in vigore della L. n. 73/2010 e, per le quali risulti soccombente l’Amministrazione Finanziaria nei primi due gradi di giudizio, sono automaticamente definite.

Riferimenti normativi: DL n. 40/2010, conv. L. n. 73/2010.

CTR di Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 108/14/2013, dep. 27/02/2013, Presidente Scopigno, Relatore Tozzi

Riscossione; Mancata presentazione istanza ex art. 44 DPR n. 636/1972; Cartella di pagamento; Legittimità; Sussiste

Non può essere mossa alcuna censura all’operato dell’ufficio che ha emesso la cartella di pagamento sulla base di un accertamento divenuto definitivo per mancata presentazione dell’istanza di trattazione ex art.44/1972.

Riferimenti normativi: DPR n. 636/1972, art. 44.

20 giugno 2014

Commercialista Telematico


Partecipa alla discussione sul forum.