Diario quotidianodel 17 giugno 2014: in arrivo una riduzione dei diritti camerali?

Pubblicato il 17 giugno 2014

sarà ridotto del 50% l’importo del diritto annuale a carico delle imprese; proroga al 7 luglio per i versamenti delle dichiarazioni fiscali: interessati tutti i contribuenti con studi di settore; F24: istituito codice tributo per il versamento delle somme dovute per spese di notifica a seguito degli avvisi di liquidazione; compensazione bonus Irpef possibile anche con debiti iscritti a ruolo; mancanza di certificazioni del sostituto: è possibile scomputare; intermediari fiscali: tutte le regole in vista delle imminenti scadenze; indice TFR del mese di maggio 2014; contenzioso tributario: -3% ricorsi presentati nel 2013 e -7,35% quelli pendenti

 

Indice:

 1) Sarà ridotto del 50% l’importo del diritto annuale a carico delle imprese

 2) Proroga al 7 luglio per i versamenti delle dichiarazioni fiscali. Interessati tutti i contribuenti con studi di settore

 3) F24: Istituito codice tributo per il versamento delle somme dovute per spese di notifica a seguito degli avvisi di liquidazione

 4) Compensazione bonus Irpef possibile anche con debiti iscritti a ruolo

 5) Mancanza di certificazioni del sostituto: è possibile scomputare

 6) Intermediari fiscali: tutte le regole in vista delle imminenti scadenze

 7) Indice TFR del mese di maggio 2014

 8) Contenzioso tributario: -3% ricorsi presentati nel 2013 e -7,35% quelli pendenti

 

1) Sarà ridotto del 50% l’importo del diritto annuale a carico delle impreseIl Consiglio dei Ministri del 13 giugno 2014, su proposta del Presidente Renzi, ha approvato misure urgenti per la semplificazione e per la crescita del Paese. Tra queste, le seguenti misure.

Riduzione del diritto annuale dovuto alle Camere di commercio a carico delle imprese

L’importo del diritto annuale a carico delle imprese è ridotto del 50%.

Semplificazione e flessibilità nel turn over per assunzioni a tempo indeterminato.Sempre nell’ottica di un ricambio generazionale e di rendere possibile nuova occupazione viene semplificato e reso più flessibile il turn over nella Pubblica Amministrazione.

Un unico modulo in tutta Italia per la Scia.

Fatturazione elettronica nella PA.

Semplificazioni di norme in materia agroalimentare.

Semplificazioni in materia di permesso di costruire e altre misure in materia edilizia.

Unità operativa speciale per EXPO – 2015.

Misure straordinarie di gestione e monitoraggio di imprese coinvolte in procedimenti penali.

Divieto di transazioni della p.a. con società o enti esteri aventi sede in Stati che non permettono l'identificazione dei soggetti che ne detengono la proprietà o il controllo.

Trasmissione ad Anac delle varianti in corso d’opera.

Misure per l’efficienza del processo civile telematico.

Verifica dei requisiti delle offerte negli appalti pubblici.

Detassazione degli investimenti in impianti e macchinari.

Taglio dei costi delle bollette energetiche per le Pmi del 10%.

Rafforzamento aiuto crescita economica (Ace).

Semplificazioni per facilitare le quotazioni.

Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata (decreto legislativo)

Infine, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle Finanze, Pietro Carlo Padoan, ha avviato l’esame di uno schema di decreto-legislativo di semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata.

Avvio procedura incarico a direttore dell’Agenzia delle entrate e dell’Agenzia del demanio

Su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, Pietro Carlo Padoan, si è dato avvio alla procedura per la nomina di:

- Rossella ORLANDI a Direttore dell’Agenzia delle entrate.

Sempre su proposta del Ministro Padoan, si è dato avvio alla procedura per la nomina di:

- Stefano SCALERA a Direttore dell’Agenzia del Demanio.

 

2) Proroga a