Unico 2014: il noleggio occasionale di attività da diporto

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 10 maggio 2014

nel prossimo modello Unico bisognerà obbligatoriamente indicare i proventi per i quali si è optato per il prelievo tributario sostitutivo

L’art. 59-ter del maxiemendamento al DL 1/2012 ha introdotto, come noto, una nuova disposizione che regolamenta il noleggio occasionale di imbarcazioni da diporto: al soggetto che noleggia la propria imbarcazione, viene riconosciuto, infatti, un regime fiscale di favore, in virtù del quale i proventi derivanti dall'attività di noleggio possono essere assoggettati (a richiesta del percipiente) ad un'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e delle relative addizionali, nella misura del 20%, con esclusione della detraibilità o deducibilità dei costi e delle spese sostenute relative all'attività di noleggio (art. 49 bis del D.Lgs. n. 171/2005 “Codice della nautica da diporto"). Su tale impianto normativo è intervenuto, successivamente, il DL n. 69/2013 (DL “Fare”) che ha modificato le condizioni previste per fruire del suddetto regime sostitutivo. In buona sostanza, per effetto delle modifiche introdotte dal DL Fare, per accedere al suddetto regime tributario, si dovrà solamente rispettare il limite di durata complessivo dell’attività di noleggio occasionale previsto in non più d