Diario quotidiano del 19 maggio 2014: studi di settore, è finalmente arrivato Gerico 2014

 

 Indice:
 1) Studi di settore: è arrivato Gerico 2014
 2) Cassazione: tolleranza zero verso le aziende in dissesto finanziario
 3) Fondo patrimoniale: le massime del Notariato
 4) Decreto Lavoro: convertito in Legge
 5) Rapporto sulle entrate tributarie e contributive di gennaio-marzo 2014 e Report delle entrate tributarie internazionali
 6) Confermata la deducibilità dalle imposte sui redditi degli interessi per tardivo versamento dell’Imu
 7) La disciplina in materia di rating di legalità delle imprese
 8) Disciplina delle incompatibilità e delle autorizzazioni a svolgere attività esterne all’ufficio per i dipendenti dell’INPS
 9) Disciplina IVA delle prestazioni rese alle imprese assicuratrici

 
1) Studi di settore: è arrivato Gerico 2014
È online dal 15 maggio 2014, sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, la versione definitiva di Gerico 2014, il software per la compilazione degli studi di settore, aggiornata con i correttivi “crisi” (approvati con il Dm del 2 maggio 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 12 maggio 2014).
Gerico 2014 prevede, per tutti i quadri del modello, una specifica funzionalità che mostra a video i dati rilevanti ai fini dell’analisi discriminante, della stima, della coerenza e della normalità economica.
Utilizzando Gerico, le imprese e i lavoratori autonomi interessati dagli studi di settore possono calcolare la congruità, tenuto conto della normalità economica, la coerenza economica e l’effetto dei correttivi “crisi” per i 205 studi di settore applicabili al periodo d’imposta 2013, ai fini della presentazione della dichiarazione dei redditi 2014.
La nuova versione di Gerico prende, quindi, in considerazione anche le modifiche agli studi previste dai Decreti ministeriali del 24 marzo 2014 e del 2 maggio 2014.
Il software e la guida alle nuove funzionalità di Gerico sono disponibili nella sezione Studi di settore del sito internet dell’Agenzia delle entrate – www.agenziaentrate.it
(Agenzia delle entrate, comunicato n. 59 del 15 maggio 2014)
 
 
2) Cassazione: tolleranza zero verso le aziende in dissesto finanziario
Niente scuse per gli imprenditori che non pagano le imposte a causa della crisi. Le accuse di evasione fiscale non cadono, infatti, solo per l’impossibilità di riscuotere i crediti dai clienti. Né rileva la scelta di pagare prima i dipendenti e poi l’Erario o i debiti verso i fornitori. Denunciando un eccesso di giustificazioni legate alla crisi finanziaria da parte degli imprenditori accusati di evasione fiscale, la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 20266 del 15 maggio 2014, ha mostrato tolleranza zero verso le aziende in dissesto finanziario. Una decisione certo non al passo con i tempi ma che, di fatto, fa tramontare la speranza di quanti hanno usato come grimaldello per ottenere l’assoluzione la mancanza incolpevole di denaro.
In altre parole per la terza sezione penale non ci sono scuse: l’imprenditore deve accantonare il denaro per versare le imposte e risponde sempre a titolo di dolo generico.
 
3) Fondo patrimoniale: le massime del Notariato
Le massime del notariato delle Tre Venezie per proteggere il patrimonio familiare. Ammesso l’accordo per liquidare l’immobile del trust.
Fondo patrimoniale senza vincoli. Il piccolo trust del diritto italiano (serve per proteggere il patrimonio familiare) non è una cassa blindata. Con alcune accortezze, ci si può garantire di poter liquidare l’immobile inserito nel fondo. Basta un accordo tra i genitori per poter vendere senza chiedere autorizzazione al giudice, quando ci sono figli minori, o per consentire l’operazione di smobilizzo a un solo coniuge, anche senza il consenso …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it