Diario fiscale del 12 maggio 2014: IRAP e professionisti, le ultime dalla Cassazione

Pubblicato il 12 maggio 2014

riduzione dei premi e contributi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali; esenzione Irap professionisti: prestazioni non occasionali al vaglio della Cassazione; dal prossimo mese di ottobre quasi tutti i modelli F24 dovranno essere presentati sul web delle Entrate; acconti Irpef: nel Modello Unico predisposto un rigo dedicato ai casi particolari di ricalcolo; Srl: non può essere cancellata d’ufficio dal Registro delle Imprese; il venditore che ha pagato l’imposta di registro a seguito di concordato non può poi rivalersi sull’acquirente; niente ricorso “per saltum” in Cassazione; condanna al pagamento di interessi: violato il principio di effettività del diritto comunitario

 

 Indice:

 1) Riduzione dei premi e contributi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali

 2) Esenzione Irap professionisti: prestazioni non occasionali al vaglio della Cassazione

 3) Dal prossimo mese di ottobre quasi tutti i modelli F24 dovranno essere presentati sul web delle Entrate

 4) Acconti Irpef: nel Modello Unico predisposto un rigo dedicato ai casi particolari di ricalcolo

 5) Srl: non può essere cancellata d’ufficio dal Registro delle Imprese

 6) Il venditore che ha pagato l’imposta di registro a seguito di concordato non può poi rivalersi sull’acquirente

 7) Niente ricorso “per saltum” in Cassazione

 8) Condanna al pagamento di interessi: violato il principio di effettività del diritto comunitario

 

1) Riduzione dei premi e contributi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali

L’Inail, con la circolare n. 25 del 07 maggio 2014, ha illustrato i criteri e le modalità operative per l’applicazione della riduzione dei premi e contributi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali per l’anno 2014 (come previsto dall’art. 1, comma 128, della Legge n. 147/2013 - c.d. Legge di stabilità 2014).

La riduzione si applica a tutte le tipologie di premi e contributi dovuti per l’anno 2014 e per gli anni seguenti fino alla revisione delle tariffe e precisamente:

- ai premi della gestione industria di cui al titolo I del d.p.r. 1124/1965 determinati ai sensi dell’art. 41 in base ai tassi previsti dalle Tariffe approvate con il D.M. 12 dicembre 2000 (cd. premi ordinari);

- ai premi della gestione navigazione di cui al citato titolo I determinati in base al piano tariffario vigente;

- ai premi speciali di cui al citato titolo I determinati ai sensi dell’art. 42 del d.p.r. 1124/1965 e ai premi speciali per l’assicurazione contro le malattie e le lesioni causate dall’azione dei raggi X e delle sostanze radioattive di cui alla legge 93/1958;

ai contributi assicurativi della gestione agricoltura di cui al titolo II del citato d.p.r. 1124/1965, riscossi in forma unificata dall’Inps.

Per espressa previsione di legge sono invece esclusi dalla riduzione:

- i premi per l’assicurazione contro gli infortuni in ambito domestico;- i contributi per fini assicurativi contro gli infortuni per il lavoro occasionale accessorio;- i contributi per l’assicurazione degli apprendisti, riscossi dall’Inps in forma unificata;

- i contributi dovuti per l’assicurazione degli addetti ai servizi domestici e familiari, anch’essi riscossi in modalità unificata dall’Inps.

La misura della riduzione percentuale dell’importo dei premi e contributi é pari al 14,17%.

La percentuale del 14,17% si